Etichette alimentari

Assist dell’Efsa contro il Nutriscore: non esiste una soglia di rischio per gli zuccheri

Il parere dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare rilancia la posizione dell’Italia, che a Bruxelles combatte contro l’adozione delle etichette a semaforo su cibi e bevande

di Micaela Cappellini

1' di lettura

Non è possibile stabilire un limite massimo al consumo di zuccheri che determini con certezza il rischio a lungo termine per la salute. Ad arrivare a queste conclusione è l’Efsa, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, che di fatto lancia un assit all’Italia e alla sua lotta in Europa contro il Nutriscore, l’etichetta a semaforo per la classificazione di cibi e bevande. Ora, sarà più difficile sostenere che un determinato prodotto possa ottenere il semaforo verde per il suo ridotto quantitativo di zuccheri.

Plaude il presidente di Federalimentare, Ivano Vacondio: «Il parere dell’Efsa è un rafforzativo importante dal punto di vista scientifico nella nostra guerra al Nutriscore. L’Efsa conferma quello che l’Italia da sempre sostiene, e cioè che non esistono singoli prodotti che fanno male o fanno bene, ma che è la quantità di un determinato prodotto, abbinata allo stile di vita, a fare la differenza».

Loading...

Nello specifico, l’Autorità europea con sede a Parma conferma sì che c’è un collegamento tra gli zuccheri e una serie di problemi di salute, tra cui obesità, diabete e carie, e che il loro consumo debba essere limitato il più possibile. Ma ammette che non è possibile fissare un livello massimo di assunzione tollerabile, sotto il quale non si hanno effetti avversi per la salute. «Il parere non va inteso come una bozza di future raccomandazioni o orientamenti in materia di salute pubblica», si è affrettato a specificare Valeriu Curtui, capo della Nutrition unit dell’Efsa. Ma è certo che il blocco italiano, che vede governo, imprese e agricoltori uniti nella battaglia, è pronto a sfruttare questo assit.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti