INDUSTRIA BRASSICOLA

Assobirra, al via l’Osservatorio per la strategia della ripartenza

Il Centro informazione birra (Cib) ogni tre mesi racconterà come si evolve il business della filiera che nel 2018 ha realizzato un fatturato da 9 miliardi di euro ma che ha sofferto, durante il lockdown, per la chiusura dell’Horeca

di S.Marz.

default onloading pic
(AdobeStock)

Il Centro informazione birra (Cib) ogni tre mesi racconterà come si evolve il business della filiera che nel 2018 ha realizzato un fatturato da 9 miliardi di euro ma che ha sofferto, durante il lockdown, per la chiusura dell’Horeca


2' di lettura

A ridosso della Giornata internazionale della birra, che si celebra il 7 agosto, AssoBirra lancia il Centro informazione birra (Cib): un osservatorio sulla filiera che nel 2018 ha prodotto un fatturato da 9 miliardi di euro e che in Italia occupa oltre 144mila lavoratori. Con cadenza trimestrale, il Cib racconterà come evolve il mondo produttivo e come reagiscono i player di mercato, in un momento storico cruciale. Per Andrea Bagnolini, direttore Generale di AssoBirra, si tratta di «uno strumento pratico e utile su cui impostare la strategia per la ripartenza».

Il consumo di birra in Italia

Per gli italiani la birra rappresenta principalmente una bevanda da pasto. E l'ha dimostrato anche in piena emergenza sanitaria da Covid-19. Durante il lockdown per un italiano su quattro la bevanda è stata al centro delle occasioni di consumo a casa e, virtualmente, con amici e parenti a distanza, soprattutto per il target tra i 25 e i 44 anni. A svelarlo è la ricerca Bva Doxa condotta ad hoc per il Cib, volta ad analizzare le abitudini di consumo di birra degli italiani nel primo semestre 2020. Secondo il 37% degli intervistati, la birra ha contribuito a mantenere ben saldi i rapporti con gli altri, anche nei momenti più bui della pandemia. Per un italiano su quattro c'è stato un incremento nei consumi relativo ai momenti di condivisione. A guidare i consumi dei più resta il gusto (per il 60% degli intervistati), ma anche il fatto che si tratti di “una bevanda che unisce” e che regala “momenti speciali” (24%).

Loading...

Il lockdown è stata anche l'occasione per sperimentare nuove tipologie, ma anche nuove modalità di consumo (14%). E una volta tornati alla normalità, i consumatori hanno confermato la loro passione per la birra come momento conviviale: chi nei locali di sempre (43%), chi in quelli all'aperto (38%), favorendo la ripresa in fase di riapertura delle attività commerciali post lockdown.“La ricerca targata Bva Doxa restituisce un quadro in cui gli italiani sono rimasti fedeli alla birra, anzi, l'hanno riconosciuta come un elemento con cui ritagliarsi momenti di convivialità in compagnia di amici e parenti, seppur virtuali”, commenta Bagnolini di AssoBirra.Ora il momento è cruciale.

Per Luciano Sbraga, direttore del centro studi Fipe , la Federazione italiana pubblici esercizi “senza misure di sostegno che accompagnino le imprese del settore dei pubblici esercizi verso una traversata che immaginiamo ancora lunga, sarà difficile per molte di esse sopravvivere”.


Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti