ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùGovernance

Assogestioni seleziona i consulenti per le liste: focus su Esg e digitale

Heidrick&Struggles e Korn Ferry fino al 2025 a fianco del Comitato gestori

Matteo Meneghello

(vege - stock.adobe.com)

2' di lettura

Saranno Heidrick&Struggles international e Korn Ferry ad affiancare l’attività del Comitato dei gestori per la selezione dei candidati di Assogestione nelle liste in rappresentanza delle minoranze, nell’ambito del rinnovo degli organi delle società quotate. Il Consiglio direttivo dell’associazione comunica di avere affidato l’incarico di advisor per il prossimo triennio 2023-2025 alle due società di consulenza e head hunting, specificando che, nella individuazione di Heidrick & Struggles International e Korn Ferry come advisor è stato tenuto particolare conto dell’esperienza del panel di professionisti dedicati in materia di corporate governance, sia in Italia sia in ambito internazionale.

Heidrick&Struggles, in particolare, si dice «onorata del nuovo mandato triennale come advisor», e annuncia che l’intenzione è essere «attivi all’intersezione tra Digital e Esg, sui temi della stewardship e di un nuovo paradigma di diversity, generazionale oltre che di genere». Un impegno che si allinea al ruolo di Assogestioni che, ricordano i consulenti , «ha avuto negli ultimi 20 anni un ruolo attivo nella promozione delle migliori pratiche di corporate governance tra le quotate italiane, raccogliendo il consenso degli investitori e del mercato con la selezione di alti profili». Tra i compiti degli advisor del Comitato dei gestori, che sono indicati nel Protocollo dei compiti e delle funzioni del Comitato Corporate Governance e del Comitato dei Gestori disponibile sul sito del Comitato, rientrano in particolare: l’identificazione e la gestione del pool di potenziali candidature attraverso una costante ricerca; la selezione dei nominativi da sottoporre alla valutazione del Comitato dei gestori sotto il profilo generale delle esperienze curriculari; la presentazione al Comitato di una lista di nominativi rispondenti ai requisiti previsti per ciascuna carica sociale e per i quali non ricorrano le cause di incompatibilità indicate dai principi.

Loading...

Il Protocollo, in particolare, indica come necessari requisiti di professionalità, onorabilità e indipendenza. I candidati devono essere scelti tra esperti a livello nazionale o internazionale in discipline giuridiche, economiche, aziendalistiche o tecniche, devono godere di una «alta e indiscussa reputazione», non devono svolgere attività in attuale o potenziale conflitto di interessi con quella principale o accessoria della società per la quale sono candidati, né appartenere, dirigere o gestire strutture professionali o commerciali interessate ad avere rapporti significativi con la stessa società. Il Consiglio ha infine individuato le due società di consulenza tenendo in considerazione anche i potenziali casi di incompatibilità che potrebbero verificarsi, in modo da assicurare al Comitato dei gestori piena copertura nel processo di selezione dei candidati.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti