Costruzioni

Astaldi, passa il concordato: 58% di voti favorevoli

L’adunanza dei creditori vota a favore del piano. Gli obbligazionisti promettono battaglia

default onloading pic
Il cantiere della M4 a Milano (Ansa)

L’adunanza dei creditori vota a favore del piano. Gli obbligazionisti promettono battaglia


1' di lettura

Non era scontato avere un esito già oggi, dato che è possibile votare via Pec con un tempo fino a 20 giorni. Ma alla fine l’esito dell’adunanza dei creditori di Astaldi è arrivato: il piano di concordato è passato, con il 58,3% dei voti favorevoli. Il risultato non sorprende, dato che era scontato che la parte preponderante dei creditori (cioè il ceto bancario) votasse compatta a favore del piano. Non era scontato solo il fatto che l’esito arrivasse già oggi.

Ma la partita non finisce qui. Ora all’attacco partiranno gli obbligazionisti: già due giorni fa il Comitato Bondholder Astaldi aveva annunciato , in una lettera, che avrebbe fatto opposizione all’omologa del concordato perché ritenuto troppo favorevole alle banche e sfavorevole agli obbligazionisti.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...