AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùSettore costruzioni

Astaldi, al via l'integrazione in WeBuild. Giù il titolo in Borsa

Le quotazioni si adeguano al rapporto di concambio annunciato dai cda che darà agli azionisti Astaldi i titoli dell'ex Salini Impregilo

di Andrea Fontana

2' di lettura

Al via il processo di integrazione di Astaldi in WeBuild (ex Salini Impregilo) e i titoli del gruppo romano scivolano in Borsa per adeguarsi ai valori a cui avverrà l'operazione.

I cda di WeBuild e Astaldi hanno concordato i passaggi per la integrazione in WeBuild delle attività in continuità di Astaldi mediante scissione parziale proporzionale: il concambio per l'operazione è stato definito e attribuirà ai soci Astaldi 203 azioni ordinarie WeBuild ogni 1000 Astaldi possedute. I termini e le condizioni puntuali dell’operazione di integrazione, che costituisce un’ulteriore importante tappa di attuazione di Progetto Italia - si legge in una nota - saranno portati all’approvazione dei Consigli di Webuild e Astaldi previsti per il prossimo 19 marzo. Progetto Italia è l'operazione di consolidamento nel settore delle costruzioni finalizzata al salvataggio di Astaldi e alla creazione di un campione del settore attraverso il rafforzamento dell'ex Salini Impregilo, di cui è diventata azionista la Cassa Depositi e Prestiti, e l'aggregazione di Astaldi. La convocazione delle assemblee straordinarie ai fini dell’ approvazione del progetto di scissione rispettivamente in data 29 aprile 2021, quanto ad Astaldi, e in data 30 aprile 2021, quanto a Webuild, con perfezionamento dell’operazione atteso entro luglio 2021.

Loading...

In Borsa i titoli Astaldi perdono circa il 15%. Il movimento di Borsa sta allineando i prezzi delle società di costruzione al concambio: ai prezzi di venerdì (0,4215 euro Astaldi, 1,65 WeBuild) con 1000 azioni Astaldi si sarebbero scambiate 255 azioni WeBuild, ai valori attuali con Webuild il rapporto si è in pratica portato sui valori stabiliti per l'operazione. WeBuild è già azionista di controllo di Astaldi con il 65% del capitale.

Alla data di efficacia della scissione delle attività di Astaldi tra quelle in continuità destinate a WeBuild e le altre oggetto di concordato, gli azionisti di Astaldi riceveranno azioni ordinarie Webuild di nuova emissione, con annullamento di tutte le azioni ordinarie Astaldi (incluse le azioni possedute da Webuild) e conseguente delisting di Astaldi dal Mercato Telematico Azionario di Borsa Italiana spa.

Gli eventuali creditori chirografari di Astaldi, che dovessero essere riconosciuti come tali successivamente alla data di efficacia della scissione, avranno diritto a ricevere azioni ordinarie di Webuild. I soci di Webuild riceveranno warrant Webuild che daranno loro diritto di ricevere nuove azioni Webuild in numero tale per cui la loro quota partecipativa permanga percentualmente inalterata nell'eventualità che siano emesse nuove azioni Webuild in favore degli ulteriori creditori chirografari di Astaldii. Il capitale sociale della società scissa Astaldi sarà azzerato e contestualmente ricostituito con una sottoscrizione di nuovo capitale da parte di una costituenda fondazione, che accompagnerà, in qualità di socio unico della società scissa Astaldi, la gestione e l'ordinata dismissione del patrimonio destinato secondo la proposta concordataria.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti