ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùprovince

Indice della criminalità, Asti (casa) e Barletta (auto) al top per furti

L’indice della criminalità elaborato dal Sole 24 Ore ormai da diversi anni fotografa 18 tipologie di reato: ecco le province che si classificano ai primi posti per quanto riguarda i furti nelle abitazioni, i furti di automobili, lo spaccio e le violenze sessuali. Le classifiche servono come campanello di allarme per segnalare le insidie che maggiormente minacciano la sicurezza della popolazione sul territorio e per misurare, come un termometro, gli scostamenti rispetto alla situazione percepita.

di Marta Casadei e Michela Finizio


default onloading pic
(© Jochen Tack/imageBROKER)

2' di lettura

Vibo Valentia per gli omicidi volontari, Napoli per i furti con strappo (più comunemente gli scippi) e Barletta-Andria-Trani per le auto rubate. Sono alcuni dei record negativi che si incontrano passando in rassegna le classifiche per l’incidenza di denunce ogni 100mila abitanti relative alle diciotto principali tipologie di reato.

Lab24/ Guarda tutte le classifiche dal 2015 a oggi

I primi posti appena citati ritornano anche nelle classifiche degli anni precedenti - tutti i dati dal 2015 sono disponibili sul sito del Sole 24 Ore - e fanno emergere criticità e fenomeni criminosi che insidiano i territori. L’indice elaborato dal Sole 24 Ore ormai da diversi anni serve soprattutto come campanello di allarme per segnalare le violazioni che minacciano la sicurezza della popolazione e misurare, come un termometro, gli scostamenti rispetto alla situazione percepita.

LA CLASSIFICA GENERALE /Milano prima per reati. A Firenze illeciti in forte crescita

Nelle province di Asti, Ravenna e Firenze crescono i furti nelle abitazioni, tanto da far salire queste città sul podio. In altre località la lotta al crimine o la maggiore predisposizione alla denuncia da parte dei cittadini fanno emergere particolari fenomeni illeciti: Foggia, ad esempio, è in testa per numero di estorsioni ogni 100mila abitanti, seguita da Novara e Milano.

Più in generale, diversi primati negativi emergono delle grandi aree metropolitane: il capoluogo lombardo figura tra le cinque peggiori province in nove tipologie di reati, quindi la metà di quelli considerati. È prima per numero totale di furti denunciati, oltre che in quelli negli esercizi commerciali e in quelli con destrezza (in salita del 10,1% sul 2017); è seconda, dietro Napoli, per scippi e rapine.

Quello sui furti è un primato negativo che spinge sia Milano che Rimini in testa alla classifica generale sulla criminalità. Milano nel 2018 ha superato la provincia romagnola, quest’anno al secondo posto con 3.829 denunce per furto ogni 100mila abitanti. In entrambi i casi le cifre sono in calo rispetto all’anno precedente (il 2017): le denunce a Milano sono scese del 5,2% e a Rimini del doppio, cioè del 12,4 per cento.

Spesso i furti vengono commessi ai danni dei turisti o, nel caso del capoluogo lombardo, di chi frequenta la città per lavoro o come snodo della mobilità internazionale. Non a caso, tra le città con il numero maggiore di denunce per furto depositate, spiccano anche Firenze, Bologna e Roma: aree ad alto passaggio turistico e universitario.

Roma, inoltre, veste la maglia nera sul fronte stupefacenti, con 117 denunce per 100mila abitanti (si veda la pagina a fianco); Firenze quella per riciclaggio e impiego di denaro.

In vetta alla classifica (negativa) per numero di frodi informatiche, invece, c’è Trieste dove gli illeciti connessi al web sono saliti di quasi 20 punti percentuali rispetto al 2017, toccando quota 577 ogni 100mila abitanti. Trieste è prima anche per numero di violenze sessuali denunciate, in rapporto alla popolazione, seguita da Rimini e Bologna.

VEDI ANCHE IL DOSSIER QUALITÀ DELLA VITA

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...