Opel

Astra si aggiorna con tre motori nuovi

Il restyling di metà carriera: più tecnologia di bordo e propulsori più efficienti

di Giulia Paganoni


default onloading pic

2' di lettura

Un cambiamento di mezza età nella sostanza. Più tecnologia e nuovi motori. È quello di Astra, il secondo dei modelli più venduti di casa Opel, dopo Corsa. Presentata al salone di Francoforte 2019, l’abbiamo già provata in anteprima proprio sulle strade della città tedesca. Il prezzo per il mercato italiano parte da circa 24mila euro per la hatchback e circa 25mila euro per la Sports Tourer.

Esteticamente sono poche le modifiche rispetto alla quinta generazione presentata nel 2015 e riguardano per lo più l’aerodinamica che è stata migliorata per ridurre consumi ed emissioni. A questo ha contribuito anche la nuova gamma motori che comprende solo unità a tre cilindri con potenze comprese tra i 105 e i 145 cavalli.

Sono due le unità benzina e uno diesel: i primi sono rappresentati dal 1.2 litri declinato nelle potenze di 110, 130 e 145 cv e il 1.4 litri da 145 cavalli. Mentre la gamma diesel si compone del 1.5 litri da 105 e 122 cavalli. Per quanto riguarda le trasmissioni, Opel Astra 1.2 è abbinata solo al cambio manuale a 6 rapporti, mentre Astra 1.4 è disponibile esclusivamente con il nuovo cambio automatico a variazione continua (cvt) a 7 rapporti. Mentre sul diesel è previsto sia il manuale a sei rapporti che l’inedito automatico a nove velocità.

Il lavoro degli ingegneri ha permesso una riduzione del 21% delle emissioni di CO2, che raggiungono quindi i 99 g/km nei benzina e 90 g/km nel diesel. Gli interni sono studiati per l’ergonomia, come sempre per i modelli auto particolare attenzione è destinata ai sedili, approvati dall’ente tedesco Agr. La parte tecnologia si è aggiornata con un cruscotto semi digitale da 8 pollici e un display al centro della plancia da 8 pollici, da 7 per l’allestimento base, sono tre gli equipaggiamenti (Gs-Line, Business Elegance e Ultimate). Sono disponibili sistemi di assistenza alla guida di livello 2 e fari anteriori a Led.

L’abbiamo provata su strada nella versione 1.2 da 130 cv con manuale a sei marce. Ha mostrato di essere agile e di avere una buona elasticità del motore e anche prontezza nella ripresa.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...