l'azienda napoletana di manutenzione aeronautica

Atitech diversifica e punta a nuove acquisizioni in Europa

Pronta a investire 30 milioni entro due anni in tecnologie e infrastrutture

di Vera Viola


default onloading pic
Atitech, società italiana leader nella manutenzione di aeromobili

3' di lettura

Atitech si prepara a diversificare: farà manutenzione anche di motori, componenti e svolgerà attività di linea (sulla pista): funzioni che finora ha commissionato all’esterno. «L’obiettivo è offrire un servizio a 360 gradi alla clientela – chiarisce Gianni Lettieri, azionista di controllo e presidente – . Siamo già partiti con le nuove manutenzioni sugli aerei dell’Aeronautica militare e della Guardia di Finanza. Incrementeremo queste attività». A questo scopo Atitech ha varato un piano di investimenti in tecnologie e infrastrutture per i prossimi due anni intorno ai 30 milioni.

Si tratta solo dell’ultimo progetto: l’azienda che fa capo a Gianni Lettieri è in netta crescita, grazie anche a una congiuntura positiva del settore aeronautico, e nonostante l’acuirsi della crisi di Alitalia un tempo suo monocliente. Insomma, in una fase in cui molte aziende chiudono o soffrono, Atitech, grazie anche al dinamismo del suo vertice, riesce a crescere e creare nuova occupazione. Solo pochi giorni fa ha acquisito due nuove commesse con compagnie aeree europee: la società tedesca Eurowings/Germanwings e l’austriaca Austrian Airlines. La firma degli accordi per la manutenzione a lungo termine è avvenuta a Londra, in occasione della “MRO Europe London 2019”, la fiera internazionale della manutenzione, riparazione e revisione nel settore aerospaziale, che si tiene ogni anno in diverse città d’Europa.

Atitech oggi opera con venti linee di manutenzione ed è tra le prime compagnie di manutenzione aeronautica in Europa, con oltre 650 dipendenti compreso quelli indiretti e un fatturato di circa 70 milioni. In questi giorni ha avviato trattative per l’acquisizione di un’ impresa del Nord Europa (su cui c’è ancora riserbo) specializzata a quanto sembra proprio nelle manutenzioni su linea. Oggi nello stabilimento di Capodichino ampliato sono in lavorazione anche due Airbus 330 a lungo raggio, grazie a una certificazione ottenuta pochi mesi fa. E aerei di compagnie di 11 Paesi: tra le più importanti figurano Alitalia, Air France, Ryanair, Euroatlantic, Blue Panorama, Mistral.

L’azienda a breve compirà 30 anni: un traguardo che solo dieci anni fa era tutt’altro che scontato, quando in piena crisi di Alitalia, era ormai in agonia.

È il 2009, si apre la trattativa per la cessione, in lizza solo Meridie, la prima investment company quotata in Borsa localizzata nel Mezzogiorno. Nasce quindi la newco Manutenzioni Aeronautiche, controllata da Meridie con il 75%, mentre il 10% andrà in capo a Finmeccanica e il 15% a Cai Alitalia. Atitech nel 2009 registrava un fatturato di poco oltre 19 milioni e una perdita di circa 21 milioni. Aveva due hangar e un solo aereo in manutenzione, monocommittente Alitalia. La nuova proprietà azzera il debito e versa un capitale di 11 milioni.

Successivamente viene siglata una joint venture con Leonardo che punta a creare a Napoli un importante polo internazionale della manutenzione. Ma il progetto presto si arena.

Veniamo ad oggi. Cinque hangar, il vettore nazionale resta un cliente importante, ma l’azienda è penetrata in parecchi mercati esteri. Nell’ultimo anno i ricavi sono cresciuti del 40%. Le commesse italiane ed estere sono in forte aumento, tanto che è stato necessario ricorrere a 80 assunzioni attraverso società interinali.

Duecentosettanta aerei manutenuti in un anno - 210 per manutenzione pesante e 60 per manutenzione leggera -, una baia dedicata esclusivamente alla verniciatura, più di 1.000 check effettuati a Capodichino. L’azienda guidata da Lettieri ha anche ampliato la gamma dei servizi offerti: dalla manutenzione alla verniciatura, dalle ispezioni ad alto contenuto di tecnologia al supporto logistico. Ed è su questo fronte che oggi punta a rafforzarsi ancora.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...