infrastrutture

Atlantia debole, pesano Moody's e incognita concessione

La società di rating potrebbe tagliare il giudizio sulla società. Un taglio di un solo notch significherebbe perdere l'Investment grade. Gli analisti continuano a confidare in un accordo con il Governo, ma Di Maio ha ribadito che va aperta una procedura

di Eleonora Micheli


default onloading pic

2' di lettura

Atlantia debole a Piazza Affari, dopo che Moody's ha annunciato di aver posto sotto osservazione la società per un possibile downgrade rispetto al rating di Baa3 e dopo che il vicepremier, Luigi Di Maio, ha ribadito che va avviata la procedura per valutare l'eventuale ritiro della concessione.
Di Maio ha infatti dichiarato che «Atlantia c’è una relazione del Mit che parla chiaro, adesso bisogna avviare la procedura». Il ministro allo Sviluppo Economico ha anche detto che l'eventuale revoca della concessione non è legata all'intervento del gruppo per Alitalia. «Se Atlantia vuol fare un’offerta per Alitalia la può fare. L’importante è che non pensi che ci si sono scambi sul tavolo delle concessioni autostradali», ha dichiarato il vicepremier.
Quanto a Moody's, la società di rating ha spiegato che la decisione è stata presa dopo che il 2 luglio scorso è stato pubblicato il rapporto legale commissionato dal Ministero delle Infrastrutture sulla revoca della concessione in seguito al crollo del viadotto di Polcevera nell'agosto 2018. Dai documenti si evince infatti che la concessione ad Autostrade per l’Italia potrebbe essere revocata in anticipo senza indennizzo, contrariamente a quanto previsto dal contratto. Moody`s ha inoltre sottolineato che restano incertezze sulle conseguenze del crollo del ponte di Genova.
«Un downgrade di un solo notch per Atlantia holding significherebbe perdere l'Investment grade», hanno ricordato gli analisti di Equita, che ad ogni modo continuano a rimanere positivi sul gruppo. Così anche oggi hanno reiterato la raccomandazione di ‘Buy’ sulle Atlantia, con target di prezzo a 25,9 euro. Del resto anche secondo indiscrezioni di stampa, la posizione del Movimento 5 Stelle, da sempre più intransigente, potrebbe essere rimodulata per evitare uno scontro totale con l'azienda autostradale. «Fra le richieste ad Atlantia vi sarebbero una riduzione delle tariffe di Austostrade per l’Italia ed un ulteriore sforzo per Genova con nuove infrastrutture, dall'altro lato non rompere sulle negoziazioni per l`entrata di Atlantia in Alitalia», hanno commentato gli esperti di Equita.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...