AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùinfrastrutture

Atlantia giù in Borsa, si aspetta una decisione sulle concessioni

Nuove dichiarazioni dai membri dell'esecutivo e della nuova maggioranza: Delrio (PD) lascia aperta la porta alla revoca della concessione ma, secondo gli analisti, si tratta di un commento «dovuto». Il titolo ripiega dopo il rally dell'11% della scorsa settimana

di Chiara Di Cristofaro

1' di lettura

Seconda seduta in rosso per Atlantia, dopo la corsa della scorsa settimana e in attesa di una posizione più definita del nuovo Governo sulla questione concessioni. Il titolo perde circa un punto e segna una delle performance peggiori del FTSE MIB dopo il calo di due punti della vigilia. C'è da dire che le azioni del gruppo la scorsa settimana erano salite dell'11%, proprio sull'onda delle prospettive del nuovo esecutivo, che dovrebbe avere una posizione più favorevole al gruppo rispetto al Governo precedente.

Il calo quindi è legato anche a qualche presa di beneficio oltre che alle ulteriori indicazioni arrivate sul tema infrastrutture. Il Governo al momento ha confermato la volontà di rinegoziare la regolamentazione delle concessioni autostradali sulla base del documento «Art» pubblicato nei mesi scorsi e su base bilaterale.

Loading...

Nessuna indicazione ufficiale sulla revoca della concessione ad Atlantia (che rimarrà decisione del presidente del consiglio) anche se Graziano Delrio (PD) ha lasciato aperta l'opzione indicando che «alcune concessioni, in particolare quelle collegate alla tragedia del ponte Morandi, vanno viste con gruppi di esperti che potranno arrivare anche alla revoca». Nonostante la frase sia negativa, sottolineano gli analisti di Equita, «ci sembra più un commento dovuto, che riporta il tema sui risultati di valutazioni tecnico/legali anziché politiche». Un altro elemento, che gli analisti giudicano positivo, è il via libera agli investimenti in infrastrutture per tutte le opere principali con il via libera previsto per la Gronda di Genova, il Terzo valico, la Tav e il passante di Genova.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti