a radio24

Atlantia, Di Stefano (M5S): via le concessioni autostradali

Il deputato M5S e sottosegretario agli Esteri del primo governo Conte a 24Mattino su Radio 24: «Non è possibile avere dei monopoli senza obblighi di reinvestire in manutenzioni»


<p>Roma, 14 ago. (askanews) - E' nostro dovere, da amministratori pubblici quello di assicurare che questo non accada mai più. Certamente, quando accadono queste cose ci sono responsabilità giudiziarie. Quelle le stabiliscono i giudici, poi ci sono azioni politiche da fare. E quelle dobbiamo farle noi come governo, noi come amministratori della cosa pubblica. Come ad esempio avviare i meccanismi di revoca delle concessioni quando qualcuno non ottempera ai contratti, quando qualcuno non ottempera ai doveri di contratto che ci sono scritti". Lo ha detto Luigi Di Maio parlando con i giornalisti al termine della commemorazione delle vittime del Ponte Morandi.</p>

1' di lettura

«Le concessioni autostradali ai Benetton vanno rimosse». Così Manlio Di Stefano, deputato M5S e sottosegretario agli Esteri del primo governo Conte a 24Mattino su Radio 24. «Le concessioni autostradali, come tutte le concessioni in Italia, vanno riviste, non è possibile avere dei monopoli senza obblighi di reinvestire in manutenzioni. Non mi interessa se i Benetton con i loro capitali vogliono investire in altro, ho un problema quando prendendo una concessione non fai manutenzione e causi 43 morti. Nelle concessioni che andremo a rimodulare va inserito l'obbligo di reinvestire una quota fissa in manutenzione, va rivisto tutto perché oggi non hanno obblighi i concessionari», aggiunge, concludendo: «Se Atlantia
vuole investire in Alitalia quello è libero mercato, non posso dire ai Benetton di non investire più».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...