ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAcquisizioni

Atlantia, c’è l’ok del cda: Autostrade passa a Cdp

Accetta l’offerta del consorzio partecipato anche da Blackstone e Macquarie. A 21 anni dalla privatizzazione la prima rete del paese torna sotto il controllo dello Stato

di Laura Galvagni

(ANSA)

2' di lettura

Atlantiavende Autostrade alla cordata guidata da Cdp. Il consiglio di amministrazione della holding ha deliberato infatti di accettare l’offerta che valorizza l’asset 9,3 miliardi di euro e presentata dal consorzio composto da Cassa e dai fondi Blackstone e Macquarie. Dopo una trattativa durata oltre nove mesi trova dunque compimento il delicato riassetto della prima compagnia autostradale del paese che tornerà di fatto sotto il controllo dello Stato a 21 anni dalla privatizzazione.

In particolare, l’azienda ha comunicato che il cda di Atlantia, riunitosi sotto la presidenza di Fabio Cerchiai, tenuto anche conto del parere favorevole espresso dal 86,86% del capitale sociale rappresentato nell'assemblea degli azionisti del 31 maggio 2021, ha approvato l'offerta vincolante del consorzio.Il consiglio ha quindi conferito mandato al presidente e all'amministratore delegato, Carlo Bertazzo, di finalizzare la sottoscrizione dell'accordo nel rispetto della scadenza dell'11 giugno.

Loading...

I termini dell’intesa

L’intesa, che come detto valorizza l’intera compagnia 9,3 miliardi, è sottoposta alle condizioni sospensive «descritte nella nota di sintesi allegata alla Relazione Illustrativa relativa all'unico punto all'ordine del giorno dell'Assemblea degli azionisti del 31 maggio 2021». Tali condizioni dovranno verificarsi entro il 31 marzo 2022 (Long Stop Date) o la diversa data che verrà concordata tra le parti, ma comunque non oltre il 30 giugno 2022.L’accordo di cessione prevede in ogni caso che il closing non possa comunque avvenire, anche in caso di avveramento delle condizioni, prima del 30 novembre 2021.

La cordata

Come è noto la cordata è guidata da Cassa e a suo tempo, nel commentare la proposta assieme ai fondi Blackstone e Macquarie, aveva sottolineato che l’investimento era «coerente con l'approccio dei componenti del consorzio quali investitori di lungo periodo» e rispondeva, peraltro «ai seguenti obiettivi: promuovere l'ammodernamento della rete, favorendo la digitalizzazione e l'innovazione; dare stabilità alla governance di un'infrastruttura chiave per l'Italia in un'ottica di lungo periodo; contribuire alla realizzazione di un ingente piano di investimenti esteso all'intera rete autostradale di ASPI, con l'obiettivo di accelerare i programmi di manutenzione dell'infrastruttura, assicurando i più elevati standard di performance e sicurezza per gli utenti»

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti