diritto

Atti, procure e firme in rete: i notai superano la prova Covid

L’emergenza coronavirus ha accelerato (e completato) l’evoluzione tecnologica degli studi notarili in Italia- Ecco i risultati

di Dario Aquaro

default onloading pic
(Adobe Stock)

L’emergenza coronavirus ha accelerato (e completato) l’evoluzione tecnologica degli studi notarili in Italia- Ecco i risultati


3' di lettura

Dicono i notai: noi eravamo già pronti. E spiegano che l’emergenza coronavirus non ha stravolto la loro attività ma ha permesso di aggiungere alcuni tasselli a un fare tecnologico già avanzato.

«Più di 20 anni fa abbiamo costituito la società Notartel, per realizzare e gestire i servizi informatici. L’esperienza vissuta durante i giorni del lockdown, ma anche in seguito, ha messo in risalto la lungimiranza di certe scelte», osserva il vicepresidente del Notariato, Giampaolo Marcoz. «Basti pensare alle trascrizioni nei pubblici registri e alle trasmissioni telematiche delle copie autentiche: grazie all’equipaggiamento tecnologico e a un’organizzazione “da remoto” già rodata, nei mesi scorsi l’attività notarile non si è mai arrestata, anche quando gli uffici pubblici erano chiusi causa Covid-19».

Dagli atti alle statistiche

Se c’è un passaggio in cui, rispetto al solito, le conseguenze del confinamento anti-contagio si sono rese più visibili è quello della fase pre-atto, della raccolta documentale. Anch’essa diventata telematica. C’è stato un impulso all’invio online di quelle carte che prima viaggiavano fisicamente e ora – questa sì una buona abitudine stimolata dal virus – lo fanno in modalità elettronica: certificati di destinazione urbanistica trasmessi via Pec dai Comuni, scambi di procure a distanza tra notai, eccetera.

Quanto al rapporto degli archivi notarili con il pubblico, durante questa emergenza il quadro normativo – tra decreti nazionali, ordinanze regionali e indicazioni dell’Ufficio centrale degli archivi notarili – ha imposto funzioni telematiche che «insieme al ministero della Giustizia stiamo ragionando se e come portare avanti», spiega ancora Marcoz.

Nel frattempo, i servizi di Notartel hanno consentito di proseguire anche la raccolta e la trasmissione dei dati statistici. E di presentare a maggio, ad esempio, l’andamento del mercato immobiliare e dei mutui in dieci grandi città durante la fase 1 dell’emergenza Covid. «Così come non sono state mai sospese – aggiunge Marcoz – le segnalazioni online delle operazioni sospette, ai fini antiriciclaggio».

Le assemblee a distanza

Nodo a parte, la gestione delle assemblee societarie. Il Dl “cura Italia” 18/20, all’articolo 106, ha previsto la possibilità di svolgere le assemblee ordinarie e straordinarie in full audio/video conference, cioè senza un luogo fisico di riunione, e senza «che si trovino nel medesimo luogo, ove previsti, il presidente, il segretario o il notaio». E di utilizzare il voto in modalità elettronica o per corrispondenza anche se non contemplato in statuto.

La norma – che riguarda Spa, Sapa, Srl, società cooperative e mutue assicuratrici (e si estende alle riunioni di altri organi collegiali, come il consiglio di amministrazione e il collegio sindacale) – viene prorogata dal Dl Agosto fino al 15 ottobre. «La partecipazione a distanza era ammessa già prima del Covid; mentre la novità è nella deroga alla compresenza fisica di notaio e presidente nello stesso luogo. Una deroga che ora rimane nell’eventualità di un altro stop agli spostamenti e ai viaggi – precisa il vicepresidente del Notariato – e che vedremo se sarà ancora confermata in futuro».

Blockchain e altri progetti

Sul fronte tecnologico, proseguono intanto altri progetti. Oltre alla discussione sulle opportunità di utilizzo della blockchain (si veda l’articolo in pagina).

«Lato interno – annuncia il notaio Marcoz – arriveremo presto a sostituire con un codice online le nostre smart card, le “chiavette” tradizionali che ci servono per l’accesso e l’autenticazione. Lato esterno, stiamo invece lavorando sulla direttiva Psd2 sui servizi di pagamento, per permettere anche ai notai di poter autorizzare le operazioni».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti