grande distribuzione

Auchan-Casino, prove di alleanza: nasce una centrale acquisti unica

di Riccardo Barlaam


default onloading pic
(Fotogramma)

2' di lettura

L’e-commerce sta modificando il retail. Per il commercio si tratta di una rivoluzione. I grandi gruppi sono costretti ad allearsi per poter continuare a essere competitivi: la concorrenza digitale fa diminuire la forchetta dei prezzi e abbassa inevitabilmente i margini. Una rivoluzione che è più simile a una guerra.

Auchan e Casino, colossi del retail e rispettivamente secondo e terzo operatore nella gdo franscese, hanno annunciato ieri l’apertura di negoziati per creare un’unica centrale d’acquisto a livello: «Partnership strategica mondiale» al fine di negoziare meglio i prezzi degli acquisti con le multinazionali sul mercato internazionale dei beni di consumo nei settori alimentare e non alimentare. Sono esclusi dall’accordo i prodotti agricoli freschi o della pesca dei piccoli e medi produttori. I due gruppi si sono dati tre mesi di tempi eper arrivare a un risultato. Nel frattempo hanno annunciato lo scioglimento delle partnership esistenti. Come quella tra Casino e Intermarché. O quelle di Auchan con Système U e Metro.

Sommando le vendite di Auchan e Casino, la nuova centrale unica d’acquisto, di cui non si conosce ancora il nome, diventerà la seconda al mondo per potere d’acquisto dopo quella dell’americana Walmart. Attraverso la nuova alleanza i due giganti del retail puntano a sviluppare la loro presenza soprattutto all’estero.

«L’intesa tra Auchan e Casino permetterà di negoziare ad armi pari gli acquisti con le multinazionali», spiega Régis Schulz, presidente di Monoprix, catena di supermercati nei centri cittadini e nei negozi di prossimità, controllata da Casino. Monoprix, tra l’altro, ha appena siglato un’importante partnership con Amazon per distribuire i prodotti alimentari e non alimentari, compreso il “fresco”, nell’area di Parigi ai clienti di Amazon Prime Now. Sul modello di quanto avviene già nelle grandi città americane con Whole Foods. «Il servizio - spiega Schulz - partirà entro l’anno. Prevede l’offerta di un assortimento completo di un supermarket per gli abbonati di Prime Now, pari a circa 10mila referenze di prodotto». Monoprix fornirà i prodotti ad Amazon che si occuperà della consegna «dell’ultimo miglio». Il manager di Monoprix non ha paura del commercio elettronico: «Al momento per noi le vendite online valgono il 10% dei ricavi. Vedremo come andrà con il nuovo servizio. Di sicuro tale percentuale crescerà con Amazon. Ma l’una cosa non esclude l’altra. Il cliente retail sarà sempre più multicanale, comprerà online e comprerà anche nei negozi tradizionali. Noi dobbiamo esserci in entrambi i casi e offrire una presenza sui vari canali», conclude Schulz.

Auchan nell’ultimo anno ha registrato ricavi per 52 miliardi di euro, opera in 17 paesi con i suoi vari brand (Auchan, Simply Market, Norauto, Sma, tra gli altri).

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...