MODELLI PHEV

Audi A6 Avant diventa ibrida plug-in: come è fatta e quanto costa

La versione « 2.0 Tfsi e quattro S tronic» entra in listino. La station wagon Phev può percorrerecirca 50 km in elettrico.

di Simonluca Pini

default onloading pic

La versione « 2.0 Tfsi e quattro S tronic» entra in listino. La station wagon Phev può percorrerecirca 50 km in elettrico.


5' di lettura

L'offerta elettrificata Audi cresce con l'arrivo della nuova A6 Avant 2.0 Tfsi e quattro S tronic. Prima Avant con tecnologia ibrida plug-in della storia dei quattro anelli, la nuova Audi A6 Avant ibrida plug-in abbina una potenza complessiva di 367 cv alla possibilità di viaggiare fino a 51 km completamente in elettrico. A questo si aggiunge la trazione integrale quattro ultra, la frenata elettroidraulica, il predictive efficiency assist e il pacchetto S Line, a conferma di come il rispetto dell'ambiente si sposi con prestazioni, sicurezza e dotazioni premium.

Prestazioni e batteria
Leggendo la scheda tecnica della nuova Audi A6 Avant 55 Tfsi e quattro S tronic troviamo uno scatto da 0 a 100 km/h in 5,7 secondi e una velocità massima autolimitata di 250 km/h e 135 km/h in modalità puramente elettrica. La trazione integrale quattro con tecnologia ultra vede la catena cinematica funzionare attivando la ripartizione della coppia al retrotreno solo quando necessario e seguendo una logica d'intervento sia reattiva sia predittiva.

L'accumulatore agli ioni di litio ha una capacità di 14,1 kWh ed è posizionato sotto il vano bagagli così da garantire un piano di carico perfettamente piatto, privo di scalini rispetto alla soglia d'accesso, oltre a una capienza di 405 litri con cinque persone a bordo, espandibile a 1.535 litri abbattendo gli schienali posteriori. Grazie alla batteria ad alta tensione, la novità di Ingolstadt percorre la maggior parte dei tragitti quotidiani senza ricorrere al propulsore termico, forte di un'autonomia elettrica sino a 51 chilometri con omologazione Wltp. Come impostazione di base, la vettura si avvia in modalità elettrica e viaggia a zero emissioni sino a quando il conducente preme con decisione il pedale dell'acceleratore.

Static photo, Colour: Glacier white

Il guidatore può decidere liberamente se e come intervenire nell'interazione tra il 2.0 TFSI e il motore elettrico. A tal proposito, sono disponibili i programmi di marcia EV”, “Auto” e “Hold” che danno rispettivamente priorità alla trazione elettrica, alla modalità ibrida automatica, che si avvale della gestione predittiva della trazione, o al risparmio d'energia a vantaggio di una successiva fase di viaggio. Il sistema di recupero dell'energia deriva, analogamente ai modelli che compongono la gamma plug-in dei quattro anelli, da Audi e-tron, prima vettura totalmente elettrica Audi.

Progettato per garantire un'elevata efficienza, in fase di rilascio e in frenata permette di recuperare potenza elettrica. Il motore a zero emissioni si occupa delle decelerazioni lievi: le più frequenti nella marcia quotidiana. Le frenate di media intensità sono invece di competenza dei freni idraulici tradizionali.

Static photo, Colour: Glacier white

Gestione predittiva della trazione
Ai fini della massima efficienza, la vettura si avvale della gestione predittiva della trazione, affidata al predictive efficiency assist (PEA). Il sistema contribuisce all'incremento dell'autonomia elettrica e al comfort di marcia. Qualora sia attiva la navigazione a destinazione, il predictive efficiency assist ottimizza la strategia di trazione favorendo sia la marcia in modalità puramente elettrica all'interno dei contesti urbani sia il recupero dell'energia. Un obiettivo cui concorrono le informazioni relative al percorso, al traffico, al profilo altimetrico da affrontare e ai limiti di velocità da rispettare. La strategia d'esercizio predittiva individua i frangenti nei quali il conducente dovrebbe togliere il piede dal pedale destro. Il guidatore viene informato mediante un avvertimento sulla strumentazione e un feedback tattile in corrispondenza dell'acceleratore. Parallelamente, viene avviata un'azione predittiva di recupero dell'energia.

Static photo, Colour: Glacier white

Tempi di ricarica
La dotazione di serie include il sistema per la ricarica domestica, con un cavo di alimentazione di 6 metri con portata massima di 1,8 kW, e il cavo per le stazioni pubbliche. Collegandosi a una colonnina in corrente alternata (ac) da 7,4 kW – massima potenza di ricarica della vettura – la batteria agli ioni di litio si rigenera completamente in 2,5 ore, che diventano 6 ore attingendo a una presa domestica da 230 Volt. Durante il viaggio, i clienti possono ricaricare in tutta comodità grazie al servizio

Pwer ricaricare c’è anche il e-tron Charging Service che garantisce l'accesso a una vasta rete di colonnine pubbliche (oltre 140.000) in 24 paesi europei. È sufficiente una card per dare inizio all'operazione, indipendentemente dal fornitore.

Vantaggi dell'ibrido
La nuova Audi A6 Avant Phev è esenti dai blocchi del traffico, accede liberamente alle zone traffico limitato e, in molteplici città, beneficia della sosta gratuita sulle strisce blu. È importante ricordare come questi vantaggi siano legati all'omologazione della vettura come ibrida, espandendo il bacino d'utenza alle ibride Mhev. Lato tassazione, la variante plug-in della famigliare dei quattro anelli è esente totalmente o parzialmente dal bollo, non è soggette all'ecotassa – il cosiddetto “malus” introdotto dalla Legge di Bilancio 2019 – grazie alle emissioni contenute e può contare su costi assicurativi mediamente ridotti del 10% rispetto alle vetture tradizionali.

Il pacchetto S Line Plus
La nuova audi A6 Avant Phev è offerta nell'allestimento S line plus: di serie il pacchetto S line exterior, che include paraurti, longarine sottoporta, prese d'aria ed estrattore sportivi oltre al logo S line in corrispondenza dei passaruota anteriori, così come il pack look nero.

Quest'ultimo prevede la finitura in nero opaco della griglia delle prese d'aria anteriori e dell'estrattore oltre alla tinta total black per le modanature dei cristalli e dei gruppi ottici posteriori. Sono inclusi nell'equipaggiamento standard i proiettori a Led Audi Matrix, i cerchi in lega da 19 pollici a razze multiple e le pinze dei freni verniciate in rosso. Il pacchetto S line porta in dote l'assetto sportivo, ribassato di 20 mm.

Quanto all'abitacolo, spiccano dotazioni di pregio quali i sedili anteriori sportivi con supporto lombare elettrico e rivestimenti in Alcantara Frequenz/pelle, gli inserti in alluminio spazzolato opaco, il cielo in tessuto e il volante multifunzione sagomato, appiattito nella parte inferiore e corredato sia del logo S sia delle levette del cambio.

Prezzo e dotazione di serie
L'equipaggiamento standard comprende inoltre lo sterzo progressivo – a demoltiplicazione e servoassistenza variabili – la navigazione MMI plus con MMI touch response, i servizi Audi connect – inclusi per tre anni – e l'Audi drive select che permette di adattare il comportamento della vettura in funzione di cinque diversi programmi di guida. Di serie anche l'Audi virtual cockpit da 12,3 pollici, il climatizzatore automatico comfort a 4 zone, la radio Dab e il sistema di ausilio al parcheggio plus. La dotazione Adas include pacchetti Tour, City e Assistenza per il parcheggio. All'interno del pack Tour, l'assistente adattivo alla guida (adaptive drive assistant) regola le dinamiche longitudinali e trasversali dell'auto nell'intero range di velocità. Attesa in concessionaria nel terzo trimestre 2020, sarà commercializzata a partire da oltre 75mila euro.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti