LAS VEGAS HI-TECH

Audi al Ces 2020 porta i sistemi di bordo dei modelli di domani

Al Ces di Las Vegas (07-10 gennaio) Audi c'è. E la sua presenza si nota per diverse novità portate, dall'intelligenza artificiale alle tecnologie per una mobilità del futuro personalizzata

di Giulia Paganoni


default onloading pic

2' di lettura

Concept già conosciuti e non solo. Nella città del Nevada, Audi ha esposto AI:ME, concept che monta numerosi sistemi hi-tech, a cui sono affiancate molteplici soluzioni inedite tra le quali ricordiamo la tecnologia empatica Audi Intelligence Experience (Aie) e la prossima frontiera dell'head-up display in 3D basato sulla mixed reality.

AI:ME, massima interazione uomo-macchina
Presentato al salone di Shangai 2019, AI:ME è un concept di auto a guida completamente autonoma e connessa che presenta degli interni molto hi-tech, consentendo ai passeggeri di organizzare il tempo a bordo a seconda delle proprie necessità e piaceri. Questo grazie ai due visori, a una vasta gamma di sistemi di comunicazione e di entertainment in grado di riconoscere l'utilizzatore e personalizzare alcune funzioni quali la climatizzazione o illuminazione dell'abitacolo.

Inoltre, tra le funzioni dei sistemi di bordo c'è anche l'eye tracking che permette di scegliere attraverso il controllo dello sguardo.

Tutta questa tecnologia in quanto spazio? Rispetto alle tecnologie a bordo, le dimensioni sono contenute: lungo 4,3 metri e largo 1,9 con un paso di 2,77. Il look sportivo è poi enfatizzato dai cerchi in lega da 23 pollici.

Audi Intelligence Experience: l'assistente intelligente per la vita di bordo
Appena saliti a bordo di un modello dei quattro anelli, l'auto, grazie al sistema Audi Intelligence Experience, è in grado di riconoscere il conducente regolando in modo personalizzato tutte le funzioni. Queste comprendono dalla regolazione della posizione di guida alla temperatura all'interno dell'abitacolo fino alle destinazioni. Inoltre, specifici sensori sono anche in grado di analizzare le funzioni vitali in modo tale da rendere ancora più sicura la vita dei passeggeri.

Nuovi display per la strumentazione
Dopo aver lanciato il cockpit digitale, Audi fa un passo avanti presentando un nuovo schermo composto da due strati (un Oled trasparente e un black layer supplementare) alto 15 cm e largo 122 che durante la visione di film raggiunge un'altezza di 25,5 cm.

Nella zona dedicata al conducente vengono visualizzate solo le informazioni di marcia garantendo la sicurezza di bordo.

Sulla base di questo schermo, Audi insieme a Samsung hanno presentato al Ces l'evoluzione del display: l'head-up 3D mixed reality. Questo utilizza l'eye tracking ed è in grado di individuare lo sguardo del conducente sottoponendo le informazioni in modo preciso.

Digitalizzazione e illuminazione: due must per la mobilità del domani
I nuovi sistemi digitali saliranno a bordo dei modelli Audi, per esempio Audi Q4 e-tron concept (molto vicina alla produzione) è dotata di un display da 12,3 pollici e comandi touch e un head-up display con funzioni di realtà automontata. Invece, su Audi e-tron sportback fanno il loro debutto mondiale i proiettori a Led Digital Matrix.

Ma non è finita qui: i muovi modelli dei quattro anelli adotteranno altre novità dal punto di vista della propulsione, spostando sempre più l'asticella verso l'elettrificazione. E questo necessita sistemi di gestione altamente precisi per la massimizzazione del sistema. Ricordiamo infatti che i motori elettrici sono fonti di potenza ideali per le trazione quattro elettrica che opera in modo pressoché istantaneo. Come anche la frenata idraulica che integra il sistema di recupero dell'energia, garante del 30% dell'autonomia.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...