ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùGuida autonoma

Audi, il progetto Artemis potrebbe essere sospeso

Stop allo sviluppo di un'auto a guida autonoma di livello 4 entro il 2024

2' di lettura

Nell’ambito della nuova strategia voluta dal ceo del gruppo Volkswagen Oliver Blume, che mira a rendere il software proprietario del Gruppo competitivo e pronto per il mercato entro la fine del decennio, Audi potrebbe perdere il progetto Artemis, ritenuto un elemento chiave per la guida autonoma. Artemis mirava infatti a sviluppare un’auto elettrica a guida autonoma di livello 4 entro il 2024, ma ha finora mostrato pochi progressi a causa dei ritardi nella creazione di nuovi software avanzati presso l’unità Cariad del Gruppo. Per questo motivo Blume sarebbe intenzionato ad eliminare il progetto nella rinnovata tabella di marcia inerente il software che presenterà in una riunione del Consiglio di Sorveglianza il prossimo 15 dicembre. Secondo quanto riporta Automobilwoche, che cita fonti interne, la divisione di veicoli commerciali del Gruppo sarà la prima a lanciare veicoli autonomi utilizzando l’apposito software sviluppato da Cariad. L’unità sta testando una flotta di minivan elettrici a guida autonoma ID. Buzz in Israele come parte della sua partnership con Mobileye. In seguito Audi lancerà auto a guida autonoma nella seconda metà del decennio. Nell’ambito della nuova roadmap, le piattaforme software 1.1 e 1.2 del Gruppo continueranno ad essere sviluppate, con la 1.2 ribattezzata “Software Premium” e pronta per l’uso da parte di Audi e Porsche entro la fine del decennio ha riferito il quotidiano commerciale tedesco Handelsblatt. I brand mass-market utilizzeranno invece la piattaforma software 1.1. Una nuova architettura di veicoli sviluppata da Porsche - chiamata SSP61 - sarà lanciata nel 2026 per i marchi premium. Sarà alla base della nuova Panamera elettrica e delle inedite ammiraglie elettriche Audi sviluppate con il nome in codice Artemis Landjet e Landyacht. Porsche utilizzerà anche la piattaforma SSP61 per un SUV full-electric a elevata autonomia posizionato sopra Cayenne e Macan. SSP61 sarà una versione più sportiva della SSP (Scalable Systems Platform) annunciata dal VW Group l’anno scorso. I nuovi veicoli utilizzeranno la piattaforma software 1.2 senza funzioni di guida autonoma, hanno detto fonti aziendali. Un sistema software 2.0 più avanzato potrà essere implementato successivamente, ma non prima del 2028. Anche l’elettrica di punta Trinity di Volkswagen adotterà il software 2.0. È probabile però che venga lanciata come crossover invece che come berlina secondo le indiscrezioni.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti