la prova

Audi Q5 55 Tfsi-e quattro, Con l’ibrido plug-in il suv è più sostenibile

È spinto da un powertrain che eroga quasi 370 cv. Viaggia in elettrico per 45 km

di Giulia Paganoni

default onloading pic
(12963)

È spinto da un powertrain che eroga quasi 370 cv. Viaggia in elettrico per 45 km


2' di lettura

È il primo modello della famiglia ibride alla spina targate Audi. Il suv Q5, il best seller dei modelli a ruote alte della casa dei quattro anelli, è stato scelto come portabandiera della tecnologia Phev, plug-in hybrid electric vehicle. Oltre alle performance sportive date dai 367 cavalli del powertrain, è anche “green” con la possibilità di viaggiare 100% elettrico per un massimo di circa 45 km (ciclo Wltp). L’abbiamo provata nella versione 55 Tfsi-e quattro in un percorso misto.

Esteticamente è identico alle altre Q5, a parte per lo sportellino per la ricarica elettrica. Gli interni risentono un pochino il passare del tempo, come il display al cento della plancia senza il touch e sospeso, cosa che ormai nelle nuove generazioni Audi è integrato nel cruscotto. Si notano anche i numerosi tasti fisici ancora presenti, ci aspettiamo quindi un restyling marcato negli interni con la nuova generazione.

Come sempre, apprezzato il cockpit digitale che permette di avere sott’occhio tutte le informazioni di bordo, compresa la cartina con le indicazioni del sistema di navigazione, non nel caso si usi Android Auto che la mappa viene visualizzata solo sul display al centro della plancia.

Ma la caratteristica che contraddistingue questo modello è il powertrain ibrido plug-in composto dall’unita quattro cilindri 2 litri Tfsi e il motore elettrico con batteria al litio da 14,1 kWh per una potenza complessiva di 367 cv e una coppia di 500 Nm disponibile già a 1.250 giri. Questo è abbinato al cambio doppia frizione S tronic a sette rapporti. Lo 0-100 viene coperto in 5,3 secondi e raggiunge una velocità massima di 239 km/h. Abbiamo provato tutte i tre programmi di marcia (Ev, Auto e Hold) che gestiscono la carica della batteria e la tipologia di trazione e a questi si aggiungono le classiche modalità di guida Audi. L’unione di benzina con l’elettrico permette di avere una spinta in partenza buona che riduce la percezione del peso (siamo nell’ordine delle 2 tonnellate) e, quando entra il turbo, si ha una seconda spinta davvero notevole. Nel caso in cui, invece, la batteria non ha carica, l’auto è più seduta e anche i consumi iniziano a salire: dai 5.5l/100 km si raggiungono i 10.5l/100 km. Il prezzo di listino parte da circa 60mila euro.

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti