TEST DRIVE

Audi Q7, più stile, comfort e connettività per il suv taglia XL

Il modello della casa di Ingolstadt è stato rivisto nel design, nella dotazione tecnica e negli interni con sistemi digitali all'avanguardia - Nella gamma anche i motori mild hybrid

di Corrado Canali


default onloading pic
Nuova Audi Q7

3' di lettura

KARRY (IRLANDA) - L’arrivo della Q8, il suv più sportivo nell’ambito della famiglia a ruote alte del brand dei quattro anelli ha, di fatto, costretto Audi a riformulare la proposta della Q7.

Molti dettagli estetici della nuova generazione sono ripresi dalla Q8 a cominciare dalla griglia ottagonale con sei listelli che è diventata più larga, alle prese d’aria nel fascione che ora sono ancora più grandi e anche la fanaleria è cambiata con la possibilità in opzione di disporre della tecnologia di illuminazione laser. E anche il paraurti è più pronunciato tanto da far crescere la vettura sia pure di un solo centimetro in lunghezzaper arrivare fino a 5,06 metri.

La nuova Q7 ha, tuttavia, spostato il tiro dell’offerta nel senso di un maggiore confort a bordo grazie anche a delle sospensioni adattive pneumatiche offerte di serie che sono in grado di adattare la dinamica di guida alle esigenze di mantenere una linearità in tutte le condizione d’utilizzo. All’interno, invece, la crescente diffusione della digitalizzazione non lascia immune la Q7 che, di conseguenza, offre un nuovo scenario a bordo che si configura utilizzando una plancia che è ormai presente su tutte le Audi di grossa taglia e che imprime all’ambiente un’atmosfera non solo al passo con i tempi, ma anche più hi-tech, grazie alle tante interfacce con l’utente. Col risultato che ora sono previste dei display atipici: quello da 8,8” sistemato sulla consolle centrale, dal quale si comandano diversi servizi e quello a centro plancia che diventa da 10,1” offerto con la versione più avanzata del sistema d’infotainment di Audi.

Nuova Audi Q7, tutte le foto

Nuova Audi Q7, tutte le foto

Photogallery14 foto

Visualizza

Quest’ultimo, al pari di quello visto sulla SQ8, può integrare anche l’assistente vocale Alexa di Amazon, disporre della funzione che permette di seguire l’onda verde dei semafori grazie alla connettività Car-To-X e offrire la possibilità, dopo l’acquisto della vettura e anche solo per periodi definiti, di fruire di servizi on-demand. L’abitabilità a bordo resta sempre fra le più ampie in circolazione, così come è prevista l’opzione della terza fila di sedili che sono ripiegabili elettricamente. Notevole anche lo spazio per i bagagli: con il divano in posizione d’uso la capacità è di 865 litri, ma si possono raggiungere fino a 2.050 litri se viene abbassato anche lo schienale della seconda fila. Il “model year” 2019 dell’Audi Q7 si potrà inoltre ordinata anche con le ruote posteriori sterzanti e in aggiunta anche con la stabilizzazione antirollio attiva, due novità che sono garanti di una maggiore maneggevolezza nel traffico per un’auto che è pur sempre di oltre 5 metri, ma anche maggior confort.

Di serie, inoltre, su tutte le nuove Q7 è poi previsto il cambio automatico a 8 marce e le quattro ruote motrici. La nuova famiglia della Q7 che affianca alle versioni a sette posti a quelle a cinque posti sarà in vendita al lancio con tre motorizzazioni. Ai già noti turbodiesel V6 tre litri con 231 cv nel caso della versione 45 Tdi e 286 cv per la 50 Tdi, ora si contrappone un’unità sovralimentata a benzina di pari cilindrata e frazionamento, anch’essa dotata di tecnologia mild-hybrid. il sistema ibrido leggero, basato su una batteria a 48 volt recupera energia nei rallentamenti e permette alla Q7 di “veleggiare” col motore spento fra 55 e 160 km/h.

Il nuovo propulsore equipaggia la Q7 55 Tfsi che sviluppa 340 cv ed offre una coppia di 500 Nm, ma consente alla vettura di toccare i 250 all’ora autolimitati e di raggiungere i 100 kmh in meno di sei secondi. Infine, tutte le Q7 adesso possono adottare la stabilizzazione antirollio attiva.

Si amplia, così, il numero di tecnologie, di serie a o richiesta, destinate a supportare il nuovo dinamismo di tutti i suv del brand di Ingolstadt in ogni condizione di marcia. Infine nell’ambito della evoluzione del modello, dal 2020 è previsto il lancio della rinnovata Q7 di una versione ibrida plug-in. E veniamo, infine, ai prezzi: pur non essendoci ancora un listino ufficiale, si può ipotizzare per la nuova offerta della Q7 un prezzo d’attacco a partire da 70 mila euro per delle consegne previste in autunno. Già annunciata la versione più potente, SQ7 Tdi, che monta un 4 litri biturbodiesel da 435 cavalli.

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...