TEST DRIVE

Audi Q8 RS: abbiamo provato il mega suv coupé da 600 cv

È un suv elegante ma non provate a sfidarlo perché è sfodera una grane dose di cattiveria da sportiva di rango con il suo V8 da 600 cv aiutato dal mild-hybrid da 48 Volt

di Giulia Paganoni

default onloading pic

È un suv elegante ma non provate a sfidarlo perché è sfodera una grane dose di cattiveria da sportiva di rango con il suo V8 da 600 cv aiutato dal mild-hybrid da 48 Volt


4' di lettura

La sportività incontra l'eleganza e si fonde nei 600 cv del bolide targato Audi. Senza troppi giri di parole, Audi Q8 Rs è una vera e propria sportiva che non ha le classiche pecche dei suv, una tra tutte il rollio dato dall'altezza da terra. Siamo stati a Tenerife (Spagna) per provarla su strada.

Estetica massiccia e sportiva
La famiglia Q ha un nuovo punto di riferimento. Si chiama Q8 Rs ed è il più “pepato” tra i modelli a ruote alte di casa Audi. Condivide la piattaforma Mlb Evo con altri modelli a ruote alte del gruppo Volkswagen, tra cui anche la Urus. Sono numerose le caratteristiche che la contraddistinguono, dall'estetica fino all'equipaggiamento di bordo. A prima vista salta all'occhio per la sua presenza su strada, con una lunghezza di circa 5 metri e una larghezza di 2.100 mm e alta 1.708 mm. Il bagagliaio ha una capacità da 605 fino a 1.755 litri e, nota interessante, il divanetto posteriore è scorrevole (di serie). Ampi anche i passaruota che ospitano pneumatici da 22 pollici fino a 23, questi ultimi a richiesta. Il look Rs si ritrova nella cornice nonché nella griglia lucida a nido d'ape, nelle ampie prese d'aria laterali e nel blade in alluminio opaco. Anche nel posteriore sono presenti dettagli specifici, come lo spoiler (con funziona aerodinamica), l'estrattore e i terminali di scarico ovali.

Loading...
Audi Q8 RS, il supersuv da 600 cavalli: tutte le foto

Audi Q8 RS, il supersuv da 600 cavalli: tutte le foto

Photogallery29 foto

Visualizza

Motore V8 da 600 cv con disattivazione dei cilindri
Sotto al cofano si nasconde l'otto cilindri già visto sulla cugina Lamborghini Urus ma qui con qualche caratteristica propria. Il 4 litri da 600 cv biturbo dispone della tecnologia mild-hybrid da 48 Volt con recupero dell'energia fino a 12 kW e del sistema di disattivazione di quattro degli otto cilindri ai carichi medi e ridotti (2,3,5,8). L'accensione dei cilindri è nella sequenza 1-3-7-2-6-5-4-8 e permette di ascoltare una melodia “naturale” davvero piacevole. Lo spunto è davvero impressionante per un'auto dal peso di oltre 2.300 kg: 0-100 km/h in soli 3.8 secondi. Questo motore è abbinato alla trasmissione automatica con convertitore di coppia Tiptronic a otto rapporti e, ovviamente, è presente di serie la trazione integrale quattro permanente. Quest'ultima, grazie al differenziale centrale autobloccante ripartisce la coppia secondo un rapporto 40:60 tra avantreno e retrotreno. In caso di perdita di aderenza, la spinta viene trasferita verso l'assale che garantisce una superiore trazione fino a una massimo di 70% e 85%.

Interni premium e digitali
La cabina di comando è elegante e tecnologica. I materiai sono premium, a parte la caduta di stile delle tasche delle porte e dell'interno delle maniglie in plastica. Di serie sono presenti sedili in pelle nappa e Alcantara con punzonatura Rs, mentre optional sono in pelle Valcona traforata con impuntura a nido d'ape con funzione ventilazione e massaggio. Il volante è rivestito in pelle traforata e con l'anello inferiore appiattito. Tra le funzioni, è presente anche il pulsante RS Mode che attiva/disattiva l'Esc. Peccato che in Audi non abbiano scelto per i testi sul volante per la gestione del cruise control adattivo, optando ancora per la levetta poste dietro al volante.
Come sugli altri modelli di fascia alta di Ingolstadt, sono presenti due display da 8,6 e 10,1 pollici. Non abbiamo trovato molto sicura la gestione del clima o del drive select touch perché non risulta molto reattivo e distrae dalla guida. Davanti agli occhi, il conducente può contare sul cruscotto digitale da 12,3 pollici con specifiche visualizzazioni Rs.

Dinamica da sportiva o offroad
Sono otto le modalità di guida che cambiano il carattere del suv coupé: comfort, auto, dynamic, efficiency, allroad e offroad. A queste, dal volante possono essere selezionate anche le Rs1 e Rs2 , quest'ultima permette di gestire direttamente il controllo elettronico della stabilità (Esc).
Son diversi i cambiamenti dati del drive select, in primis l'altezza della vettura che ha un'escursione che varia fino a 90 mm. A questo si aggiunge l'erogazione del motore, la logica di gestione del cambio, la risposta dello sterzo integrale, dell'assetto, del differenziale sportiva (a seconda del pacchetto scelto), del sound di bordo e il rendimento della climatizzazione.
Ricordiamo che, dalla versione standard, si possono aggiungere due pacchetti: dynamic e dynamic plus. Il primo vale circa 15mila euro e comprende: differenziale sportivo, stabilizzazione antirollio attiva elettromeccanica, proiettori a Led Matrix con indicatori dinamici, impianto frenante con dischi carboceramici e pinze freno verniciate in grigio antracite ed estensione delle velocità fino a 280 km/h. Il dynamic plus, a tutto questo aggiunge una velocità massima di 305 km/h e l'impianto di scarico sportivo Rs, per una cifra di circa 20mila euro.

Com'è alla guida
Sembra una vera sportiva. Al volante di Audi Rs Q8 ci è sembrato di condurre un'auto con baricentro basso, agile e sportiva. Ma chiudendo la porta, siamo tornati alla realtà vedendo che si trattava di un suv coupé da oltre 2.300 kg e con un'altezza da terra non proprio da spider. I tecnici dei quattro anelli hanno fatto davvero un ottimo lavoro per ridurre al minimo l'effetto rollio grazie al sistema di stabilizzazione antipolio attiva elettronicamente (optional) e allo sterzo integrale (di serie) che agisce sull'asse posteriore permettendo di sterzare in controfasce a basse velocità fino a cinque gradi. E, nella stessa direzione fino a 1,5 gradi ad andatura media ed elevata. Poi, i cerchi da 22” (23 optional) permettono di avere una buona impronta a terra che aumenta precisione e stabilità. Il V8 ha un'erogazione che sa attaccare al sedile nel momento che si affonda ed entrano in azione tutti e otto i cilindri e i due turbo. Ai bassi e media regimi, invece, sa essere un'auto più tranquilla e parca anche nei consumi, siamo sui 10 km con un litro.

L'arrivo nei concessionari è previsto per il primo trimestre e il prezzo di listino parte da circa 145mila euro.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti