quattro anelli

Audi rilancia la partita sull’ecosistema green e sulle infrastrutture

Svelato e-tron Sportback . Potenziata la rete di ricarica globale

di M.Mamb.


default onloading pic

2' di lettura

Sono ben trenta i modelli a elevata elettrificazione che l’Audi presenterà entro il 2025, ma la road map dell’innnovazione definita a Ingolstadt per la quale sono stati stanziati 37 miliardi di euro non si limita solo all’ampliamento della gamma. Ma partiamo da quest’ultima, che in questa parte finale del 2019 si è arricchita di tante nuove proposte. Fra queste c’è il secondo suv elettrico. Si chiama e-tron Sportback che replica i contenuti tecnici dell’e-tron, ma si distingue per i lineamenti che traggono ispirazione dal mondo delle coupé.

È proposta nelle versioni 50 quattro con 313 cv e 55 quattro con 408 cv con un listino che parte da 75.400euro. Più avanti arriveranno anche l’e-tron GT basata sull’architettura J1 della Porsche Taycan, vetture compatte basate sulla Meb della Volkswagen e auto di taglia più grossa che poggeranno sulla Premium Platform Electric.

Invece, scaturisce da un’altra visione di intendere il matrimonio tra suv ed elettrificazione l’aggressiva RS Q8, poiché è spinta da un V8 biturbo di 4 litri con 600 cv mild-hybrid.

Un contesto, quest’ultimo, in cui rientrano tutte le famiglie aggiornate o nuove dei Quattro Anelli, poiché comprendono un numero sempre più numeroso di versioni che abbracciano l’elettrificazione leggera grazie alla rete a 48 Volt.

Ma nei ranghi Audi arriva altrettanto velocemente molte ibride plug-in. Al momento l’offerta include la Q5 Tfsi e quattro, in vendita nelle versioni 50 da 299 e 55 con 367 cavalli, e l’A7 Sportback che è proposta nelle stesse varianti, quindi anch’esse dotate di trazione integrale quattro on demand e di cambio a doppia frizione a 7 marce. Ci sono poi la Q7 e l’A8 L 60 Tfsi e quattro, entrambe mosse da un powertrain che include un V6 a benzina di 3 litri abbinato al cambio Tiptronic a 8 rapporti, ma che offre picchi di potenza differenti: 449 cavalli nel caso del suv e 456 cv in quello dell’ammiraglia. Ma la storia non finisce qui, perché il prossimo anno arriveranno ibride plug-in anche nelle famiglie della Q3 e dell’A6.

Ma la E-Strategy dell’Audi prevede anche una filiera industriale dedicata, servizi da remoto specifici e molte soluzioni per agevolare la ricarica. La più densa è l’Audi e-tron Charging Service che consente di accederea oltre 110mila colonnine in 20 Paesi UE gestite da 220 operatori utilizzando una sola scheda e un unico contratto. In Italia, grazie all’accordo con Enel X è offerta gratuitamente l’opzione Ready for e-tron che consente di fruire di un bonus gratuito di 3.300 kWh d’energia in due anni, equivalenti a una percorrenza media stimata di oltre 14mila chilometri. Inoltre, c’è il network Ionity, che nel 2020 sarà integrato da 400 stazioni high power charging in 25 Paesi a distanza massima di 120 chilometri l’una dall’altra, a prova dunque di range anxiety.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...