I QUATTRO ANELLI

Audi rinnova Q5: più connesso e ibrido

Il restyling presenta numerosi sistemi hi-tech e più offerta di motori ibridi

di Simonluca Pini

default onloading pic

Il restyling presenta numerosi sistemi hi-tech e più offerta di motori ibridi


2' di lettura

Audi Q5 si aggiorna con il restyling di metà carriera a quattro anni dal debutto della seconda generazione.

In attesa dell’arrivo della versione Sportback, il suv dei quattro anelli presenta uno stile più dinamico e un lungo elenco di novità sul fronte delle motorizzazioni e della connettività di bordo. Seguendo le recenti novità firmate Audi, la rinnovata Q5 introduce nuove motorizzazioni Mild hybrid, due versioni e plug-in hybrid e a bordo debutta il sistema d’infotainment Mib 3. Esteticamente la novità principale arriva dal single frame ottagonale più ampio, dalle nuove prese d’aria laterali e dai gruppi ottici dalla rinnovata firma luminosa. Novità assoluta per la categoria arriva dai fari posteriori, con tecnologia Oled (organic light-emitting diode), quella dei display di molti smartphone e tv che per la prima volta è stata usata per l’ammiraglia Audi A8. Le dimensioni restano uguali al modello precedente ad eccezione della lunghezza, cresciuta di 19 millimetri per un totale di 4,68 m. A richiesta sono disponibili i sedili posteriori plus con regolazione in longitudine e adattamento dell’inclinazione degli schienali. Optando per questa dotazione, il vano bagagli offre una capacità compresa tra 550 e 1.550 litri e Il portellone elettrico è di serie. Salendo a bordo spicca l’ampio display MMI touch dal feedback acustico con sistema Mib 3.

La connettività è garantita da Audi connect e Audi connect plus con connettività Car-to-X. La radio digitale Dab+ è di serie, mentre l’assistente vocale Amazon Alexa, basato sul cloud, è integrato nel sistema di comando Mmi e consente al conducente di accedere alle molteplici funzionalità e ai medesimi servizi Amazon disponibili da casa o attraverso i dispositivi abilitati. La Q5 restyling debutta in Europa nella configurazione 2.0 (40) Tdi mild hybrid quattro S tronic, con una potenza di 204 cv e in regola con la normativa Euro 6 d-ISC-FCM (WLTP 3.0).

Successivamente la gamma si amplierà con due ulteriori step di potenza del motore Tdi a 4 cilindri, il Tdi Mhev 48v, due unità 2.0 Tfsi Mhev 12v e le versioni Phev. Completo il pacchetto Adas, a partire dall’Audi pre sense city di serie che contribuisce al secondo livello (su cinque) di guida autonoma. Attesa in Italia a partire dal quarto trimestre 2020.

Il listino non è stato comunicato ma sarà simile all’attuale, a partire da circa 42 mila euro.

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti