ALTE PRESTAZIONI

Audi Sport festeggia 25 anni con la RS6 Avant da 600 cv

Nel 1994 nasceva la divisione Sport. Il modello è il primo di una gamma rinnovata

di Corrado Canali

3' di lettura

MONACO DI BAVIERA - La casa dei quattro anelli festeggia quest’anno il quarto di secolo della prima auto siglata RS e lo fa con una vettura esagerata: la RS6 da ben 600 cavalli.

Una macchina che celebra una storia iniziata nel 1994 quando fu lanciata a wagon ad alte prestazioni Audi RS2, prima vettura realizzata da quella che allora si chiamava Quattro e poi divenne Audi Sport, cioè la divisione responsabile per i modelli più sportivi.

Loading...

La nuova RS6 Avant è, infatti, il primo modello che porta al debutto lo stile di tutte le future RS che si concentrano soprattutto sul frontale dedicato e la fanaleria laser Matrix Led, mentre dietro fanno bella mostra le luci a Led dotati di proiettori che emottono un fascio dinamici quando la vettura si apre o la si chiude. Sotto al cofano offre con un motore V8 di 4.000 cc da 600 cv e 800 Nm di coppia che garantisce uno scatto da 0 a 100 km/h in appena 3,6 secondi e una velocità di punta autolimitata di 250 km/h.

Ma con il pacchetto dinamico opzionale può incrementarsi a 280 o fino a 305 km/h. Grazie al sistema mild hybrid da 48 Volt, il V8 abbina a prestazioni super con un’efficienza che porta ad un risparmio di carburante di 0,8 litri per 100 km. Inoltre, togliendo il piede dall’acceleratore alla velocità compresa fra 55 e 160 kmh, l’auto recupera energia e viaggia fino a 40 secondi a motore spento.

L’interfaccia fra utente e auto del sistema operativo completamente digitale si abbina con il display “RS Monitor” in grado di fornire una panoramica dello stato della temperatura dei diversi sistemi, i valori di accelerazione massima oltre alle informazioni sulla pressione e sulla temperatura delle gomme. A bordo i display RS danno informazioni su coppia, potenza, temperatura dell’olio e in aggiunta la pressione di sovralimentazione, i tempi sul giri, i termini della accelerazione e delle forze “g” laterali. Il display del cambio dell’automatico a 8 marce suggerisce di passare alla marcia superiore alla velocità ideale. Alla dotazione si somma, infine, un head-up display nello stile RS.

In 25 anni la sigla RS è stata utilizzata per venticinque modelli, ma il numero di vetture in arrivo è destinato ad aumentare nei prossimi mesi: per quest’anno ne sono in programma sei, compresi due inediti. Dei 25 modelli storici, Audi ne ha scelti cinque fra i più rappresentativi per celebrare la ricorrenza.

La RS2 del 1994, la prima basata sulla 80 Avant e messa a punto col supporto tecnico di Porsche. Sotto al cofano la RS2 disponeva di turbo benzina a 5 cilindri in questo caso con la cilindrata è di 2.200 cc e una potenza di 315 cv. Oltre ad una carrozzeria più grintosa, non mancano le quattro ruote motrici che diventano un elemento comune a tutte le RS.

Nel 1994 l’Audi A4 prende il posto della 80, e dopo 5 anni arriva la prima Audi RS4 Avant che, basata sulla S4, aveva un V6 biturbo di 2,7 litri che i tecnici della RS modificarono con Cosworth, aumentando la potenza da 265 a 380 cv.

La seconda generazione dell’Audi RS4 arriva nel 2005 e segna il passaggio ai motori aspirati di grossa cilindrata che prendono il posto del V6 biturbo 2.700 cc è presente un V8 aspirato di 4.200 cc: la potenza raggiunge i 420 cv e sale anche il regime massimo di rotazione, che si spinge fino a 8.250 giri. Lo stesso motore è utilizzato dal 2007 anche per òla R8. La seconda generazione della RS 4 era disponibile pure nella variante cabriolet. ll 2008 fu l’anno dell’arrivo della seconda generazione dell’Audi RS6Avant che offriva un motore V10 biturbo di 5.000 cc, con 580 cv di potenza e 650 Nm di coppia. Il motore con il sistema di lubrificazione a carter secco derivato delle corse era il più potente mai usato da un’Audi. Nel 2011 arrivò un nuovo motore a 5 cilindri per l’Audi RS 3 Sportback: si trattava di un 2.500 cc con sovralimentazione turbo compatto, ma potente. Nella prima versione offriva 310 cv poi diventati 367 cv nel 2016 e 400 cv nel 2018.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti