Emergenza Covid

Aumentano i contagi, ma i ricoveri restano bassi. In Lombardia variante delta al 45%

La variante Delta è più trasmissibile e le proiezioni ci dicono che nelle prossime settimane diventerà dominante nel nostro Paese. In Lombardia nell’88% dei casi i contagiati degli ultimi giorni sono pazienti non vaccinati, mentre solo il 6% aveva completato il ciclo vaccinale

di Andrea Gagliardi

Coronavirus, Rt nazionale in aumento a 0.66: Abruzzo e Sardegna a 1.09

3' di lettura

Per tre mesi i casi di infezione da SarsCoV2 in Italia hanno continuato a scendere, ma a fine giugno la discesa ha subito una frenata e la curva ha cominciato a salire. Adesso l’inversione tendenza è chiara. I dati contenuti nella bozza di monitoraggio settimanale Iss-Ministero della Salute sull’andamento dei contagi da coronavirus in Italia segnano una risalita, anche se di poco, del valore dell’Rt (indice di contagio, ndr) nazionale a 0.66 rispetto allo 0.63 della settimana scorsa; nonché dell’incidenza dei casi di Covid in Italia che arriva ad 11 ogni 100 mila abitanti, rispetto ai 9 casi di 7 giorni fa. Il monitoraggio evidenzia che la circolazione della variante Delta (più contagiosa) è in aumento in Italia e «oltre al tracciamento dei casi e al completamento dei cicli vaccinali è necessario rispettare le misure necessarie per evitare un aumento della circolazione virale»

In Lombardia variante Delta al 45%

«Nel mese di giugno la variante Alfa resta dominante ma la variante Delta sale al 27,7%, 15 giorni fa era al 16,7%, quindi in netto aumento. Rimane circolante anche la variante Gamma, o brasiliana, intorno al 12%». È quanto emerge dai dati del bollettino delle varianti illustrati dal presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro che ha spiegato: «La variante Delta è più trasmissibile e le proiezioni ci dicono che nelle prossime settimane diventerà dominante nel nostro Paese»

Loading...

Nella prima settimana di luglio si conferma in Lombardia la progressione della variante Delta con uno “switch” in atto con la variante Alpha. Quest’ultima è calata Alpha al 24% (142 casi) e Delta è salita al 45% (270 casi). Lo fa presente la Direzione generale Welfare della Regione Lombardia, evidenziando anche come nell’88% dei casi i contagiati Covid-19 degli ultimi giorni sono pazienti non vaccinati. Invece solo il 6% dei contagiati aveva completato il ciclo vaccinale.

Esperti concordi

Gli esperti che seguono l’andamento dell’epidemia in Italia, come il fisico Roberto Battiston, la fondazione Gimbe e l’Associazione Italiana di Epidemiologia (Aie), non hanno dubbi sull’inversione di tendenza. Anche se non sempre coincide l’interpretazione dei fatti. «Da circa 10 giorni - spiega Battiston, fisico dell’Università di Trento, coordinatore dell’Osservatorio dei dati epidemiologici in collaborazione con l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) - l’andamento degli infetti giornalieri non soltanto ha fermato la sua discesa, ma ha iniziato a risalire a livello nazionale». Un cambiamento che «sta avvenendo in coincidenza con la crescita della variante Delta, in alcuni casi responsabile di più del 50% dei casi e che ben presto avrà raggiunto la dominanza».

Vaccinazione strategica

«La rapidità con la quale sta risalendo il numero di casi di Covid-19 non deve però spaventare», rassicura Paolo Spada, chirurgo di Humanitas autore della rubrica “Numeri in pillole” sulla pagina social “Pillole di ottimismo”. Il medico invita ad andare avanti con le vaccinazioni, guardando al futuro «senza paura». «La cosa importante da tenere a mente è che l’impatto della vaccinazione dovrebbe questa volta - sottolinea - limitare i danni a livello di ospedalizzazioni e morti (come si vede nel Regno Unito), così spezzando o almeno riducendo il link tra incidenza dell’infezione da SARS-CoV-2 e morbilità/mortalità da Covid-19».

Decessi e ricoveri stabili

In effetti, mentre i contagi crescono, il numero dei decessi resta sostanzialmente stabile (25 vittime registrate il 9 luglio, contro le 13 del giorno prima). I ricoverati nelle unità di terapia intensiva sono 169, in leggero calo rispetto ai 180 del giorno precedente. In calo di 30 unità in 24 ore sono invece i ricoverati nei reparti ordinari, per un totale di 1.167.

Il trend in Europa

«La pandemia non è finita», ha detto anche il ministro della Salute, Roberto Speranza. E ancora: «Dobbiamo avere grande prudenza e attenzione, soprattutto per le varianti che sono elementi di ulteriore preoccupazione in un quadro che va seguito con grande attenzione». È una situazione, quella italiana, in linea con l’aumento dell’incidenza che si sta facendo strada in molti Paesi d’Europa, anche se al momento la mappa elaborata dai Centri europei per il controllo delle malattie (Ecdc) è ancora in gran parte verde, a eccezione della Spagna, quasi tutta in rosso, e Cipro, in rosso scuro. In giallo Irlanda e ampie aree dei Paesi Bassi e della Svezia.

Gran Bretagna, contagi Delta salgono di un altro 34%

In Gran Bretagna si segnala intanto una nuova impennata dei contagi Covid alimentati ormai al 99% dalla variante Delta nel Regno Unito. L’incremento stimato riferito a fine giugno è stato infatti del 34%, meno del 46% della settimana precedente, ma comunque pari a 216.249 casi, ossia 54.268 persone in più. E il 9 luglio si segnala un nuovo picco di contagi Covid dalla seconda metà di gennaio: ne sono stati registrati 35.707 su un numero di tamponi superiore a 1,1 milioni. Resta invece in proporzione inferiore - grazie all’effetto attribuito alle vaccinazioni - il totale dei ricoveri negli ospedali (circa 100 pazienti più), mentre i morti giornalieri calano da 35 a 29.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti