I principali contratti chiusi e quelli ancora aperti

5/9Elettrici

Aumento complessivo di 124 euro e scatti trasformati in previdenza complementare per i giovani


default onloading pic
(michaeljung - Fotolia)

Sul fronte economico il nuovo contratto degli elettrici (siglato tra gli altri da Enel, Terna, Sogin, Elettricità Futura, Utilitalia, Energia Libera e Filctem, Uiltec e Flaei) ha definito un aumento complessivo di 124 euro nel triennio, di cui 104 euro sui minimi contrattuali (Tem),15 sul premio di produttività e 5 sul “welfare contrattuale”. Scaduto il contratto, in sede di verifica degli scostamenti inflattivi, l'elemento di compensazione economica, se gli scostamenti saranno negativi, interesserà solo la parte legata alla produttività, se gli scostamenti saranno positivi, confluirà, pro quota, nei minimi. Con il nuovo contratto i lavoratori riceveranno un montante complessivo di 2.664 euro. Un altro punto qualificante del nuovo contratto è l'individuazione, a partire dal 2020, di un percorso di trasformazione dell'istituto degli aumenti periodici di anzianità per i nuovi assunti. Per tutelare il futuro dei giovani le risorse finanziarie degli scatti di anzianità potranno essere versate su base volontaria ai fondi di previdenza complementare. Sulla scia del contratto dei meccanici, anche gli elettrici hanno accolto il diritto alla formazione continua individuale, che rappresenta un tassello strategico nell'ambito della valorizzazione professionale delle risorse umane. In particolare verranno garantite non meno di 28 ore per ogni addetto nell'arco del triennio a carico delle imprese.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...