I principali contratti chiusi e quelli ancora aperti

2/9Chimica e farmaceutica

Aumento complessivo a 129 euro e ammortizzatore degli scostamenti inflattivi


default onloading pic
(Stefano Capra)

Il contratto della chimica farmaceutica è stato siglato fa Federchimica, Farmindustria e Filctem, Femca e Uiltec con un aumento sul Tem, il trattamento economico minimo di 97 euro e 129 sul Tec, nel periodo di vigenza contrattuale che è stato allungato, in via transitoria, di sei mesi, ovvero fino a giugno 2022. In questo rinnovo è stato introdotto il cosiddetto ammortizzatore degli scostamenti inflattivi, affidato all'Elemento Distinto della Retribuzione: questo permetterà di semplificare l'impatto delle verifiche annuali e dare certezza alle imprese e ai lavoratori. Il conguaglio comunque rimarrà e alla scadenza del contratto sarà effettuata una verifica complessiva per garantire l'allineamento del trattamento minimo contrattuale all'inflazione reale. Viene confermato il consolidato sistema di welfare, con i due pilastri della sanità integrativa e della previdenza complementare, mentre le parti si sono impegnate per diffondere la cultura della sicurezza, anche attraverso i moderni strumenti digitali. Infine per aumentare l'attenzione nei confronti dei giovani, è prevista l'attivazione di percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro e per agevolare l'innovazione organizzativa, la valorizzazione professionale e l'occupabilità. Viene dato sempre più spazio al secondo livello di contrattazione.

Riproduzione riservata ©

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...