AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca e sfrutta l'esperienza e la competenza dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni. Scopri di piùMaterie prime

Aurubis (rame) premiata a Francoforte, dopo conti e conferma degli obiettivi

Nel primo trimestre fiscale terminato a fine 2021 i ricavi sono saliti a 4,4mld, l’ebit operativo è stato di 152 mln (+85%). La società ha confermato la sua nuova previsione di un Ebit operativo tra 400 e 500 mln

di Giuliana Licini

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) Aurubis premiata dagli investitori alla Borsa di Francoforte dopo i conti trimestrali definitivi e la conferma dei target dell’esercizio 2021-2022. Il titolo del primo produttore europeo di rame e secondo al mondo, oltre che primo riciclatore di rame a livello globale, corre nonostante l’indice Dax oscilla attorno alla parità.

La società di Amburgo, ex Norddeutsche Affinerie, che aveva fornito i dati preliminari il 19 gennaio scorso, li ha confermati indicando che nel primo trimestre al 31 dicembre del 2021-2022 l’ebit operativo è stato di 152 milioni di euro, in progresso dell’85% rispetto agli 82 milioni dello stesso periodo dello scorso anno. Aurubis ha ugualmente confermato la sua nuova previsione di un Ebit operativo sull’esercizio tra 400 e 500 milioni di euro, in crescita rispetto ai 320-380 milioni della precedente stima. Nel trimestre a dicembre, la società ha registrato un fatturato di 4,4 miliardi di euro, in crescita dai 3,4 miliardi dell’anno precedente con un miglioramento del Roce al 16,6%. «Nel primo trimestre abbiamo nuovamente beneficiato delle ottime condizioni di mercato», ha sottolineato il ceo Roland Harings. Aurubis è stata fondata nel 1866 e dopo l’Ipo del 1998 e una serie di fusioni e acquisizioni negli anni successivi è diventata una società internazionale con 7.200 dipendenti in siti produttivi in Europa e negli Usa, per un totale di 20 Paesi. In Italia ha due impianti, ad Avellino e a Mortara. Ogni anno processa un volume di circa 2,4 milioni di concentrati di rame e circa un milione di materiali riciclati. Gli analisti della Baader Bank hanno confermato la loro posizione di acquisto sul titolo. Warburg Research ha invece mantenuto la sua opinione neutrale.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti