In boeing 787-9

Australia, Qantas sperimenta i primi voli per Sydney senza scalo

Entro fine anno la compagnia aerea attiverà test da Londra e New York, utilizzando i nuovi Boeing Dreamliner 787-9, velivoli di ultima generazione la cui fusoliera viene prodotta nello stabilimento Leonardo di Grottaglie


I mega jet Boeing 787 e Airbus A350 sfidano una Formula E

2' di lettura

In Oceania senza scalo. La compagnia di bandiera australiana Qantas opererà entro fine anno tre «voli di ricerca» senza scalo da Londra e da New York per Sydney per valutare la fattibilità di aggiungere alla sua rete la rotta di quasi 20 ore, usando i nuovi Dreamliner 787-9 della Boeing. Lo ha annunciato il ceo della Qantas Alan Joyce, nel presentare a Sydney il consuntivo annuale dell’aerolinea, aggiungendo che ci sarà anche lui tra i passeggeri di uno dei tre voli.

GUARDA IL VIDEO. Il Boeing 787 «sfida» la Formula E

Un «pezzetto» d’Italia contribuirà all’impresa, se consideriamo che le fusoliere del 787, aereo realizzato quasi per intero in fibra di carbonio, vengono prodotte nello stabilimento Leonardo di Grottaglie. Per i voli estesi alla distanza di 17.800 chilometri tra Londra e Sydney, saliranno a bordo solo 40 passeggeri con un bagaglio minimo. Questi comprenderanno scienziati, ricercatori e dipendenti Qantas, che indosseranno per l’intero volo congegni di tecnologia per monitorare i modelli di sonno e il consumo di cibi e bevande, e per verificare l’effetto sullo stato di salute di fattori come l'illuminazione, il movimento fisico e l’intrattenimento a bordo. Saranno anche registrati i livelli di melatonina, la sostanza chimica che determina l’esperienza di jet lag, prima, durante e dopo il volo. I piloti indosseranno in testa monitor di encefalogramma per registrare le onde cerebrali e misurare la lucidità mentale prima, durante dopo il volo, al fine di elaborare i modelli di riposo più efficaci.

I dati sui piloti faranno parte della richiesta all’Authority australiana di sicurezza dell’aviazione civile, di rilassare le correnti regole sull’affaticamento, che non permettono a una squadra di quattro piloti di volare più a lungo di 18 ore. Inevitabili le preoccupazioni per il benessere dei passeggeri in un volo di 20 ore da Sydney sulla costa orientale dell’Australia, ma Joyce ha ricordato che il volo non-stop di 17
ore per Londra da Perth, sulla costa ovest del continente, iniziato lo scorso anno, ha registrato il tasso di soddisfazione dei passeggeri più alto di qualsiasi rotta nella rete Qantas. «Il feedback che riceviamo da chi ha fatto il viaggio è che nessuno tornerebbe più a volare con uno scalo intermedio», ha detto.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...