SHOPPING DI DIMORE STORICHE 

Austria: la vera adrenalina? Nei castelli. Parola di Mister Red Bull

Ha corso tutta la vita: prima con l'energy drink che l'ha reso l'uomo più ricco d'Austria, poi con le due scuderie di Formula 1, quindi con le sue quattro squadre di calcio. Ora, a 75 anni, Dietrich Mateschitz ha una nuova passione: ville storiche e castelli. Non per soldi, ma per amore (del bello)

di Enrico Marro


default onloading pic
Il quartier generale di Red Bull a Fuschl am See (Afp)

3' di lettura

Ha costruito la sua vita sul mito dell'adrenalina. Con Red Bull, l'energy drink da lui creato nel 1984, ma anche con le due scuderie di Formula Uno possedute, la Toro Rosso (ex Minardi) e soprattutto la Red Bull con la quale si è tolto lo sfizio di vincere quattro mondiali costruttori e uno piloti. Senza dimenticare i quattro club di calcio che possiede in giro per il mondo: il Red Bull Salzburg (ex Austria Salisburgo) e il New York Red Bulls (ex MetroStars), ai quali ha aggiunto il Red Bull Brasile e il Rb Leipzig, fondati da zero.


Ma ora Dietrich Mateschitz, alla veneranda età di 75 anni, ha deciso di tirare il freno. L'uomo più ricco d'Austria, figlio di due maestri croati emigrati, che oggi secondo il Bloomberg Billionaire Index possiede una fortuna personale di 11 miliardi di dollari, da una decina d'anni ha avviato un business parallelo: l'acquisizione di ville e castelli storici nella sua terra d’adozione. Veri e proprio gioielli, immersi nello scenario mozzafiato delle Alpi, per il quale il re degli energy drink ha un debole. “Mi piacciono i posti belli e unici - ha confessato in un'intervista - amo godermi i miei castelli ma anche prendermi cura di loro”.

La passione è iniziata quasi per caso, all'epoca in cui mister Red Bull si era messo in testa di riportare la Formula 1 in Austria, nel circuito di Spielberg, in Stiria, ora ribattezzato Red Bull ring. Mateschitz cercava qualche bella dimora storica per ospitare la crema dell'automobilismo mondiale, personaggi alla Bernie Ecclestone per intenderci. E ha iniziato ad acquistare ville e castelli, scoprendo che le dimore storiche sono belle, maledettamente belle.

Un business in perdita
Mateschitz compra i suoi manieri dalla chiesa locale o da nobili spiantati che non sono più in grado di mantenere dignitosamente le loro proprietà. Nella sua incredibile collezione spiccano una splendida villa storica sul Wolfgangsee, pagata 15 milioni di euro e celebre perchè nel 1937 Edoardo di Winsdor si ritirò lì in “splendido isolamento” dopo aver abdicato; un'antica taverna del 1603 e una dimora Art Nouveau comprata da un industriale dell'acciaio che voleva liberarsene perchè in difficoltà per la concorrenza di Cina e India nel settore siderurgico. Mateschitz ha speso milioni di euro per restaurare queste proprietà, riportando stucchi e affreschi agli antichi splendori.


Il bello è che l’imprenditore non investe in castelli per guadagnarci, anche perchè non ne ha bisogno. Si dice anzi che la sua mania per i gioielli storici delle Alpi gli costi cara, con il solo resort Murtal che ha perso 60 milioni di euro in due anni. Ma in fondo che importa quando il suo energy drink fattura 5,5 miliardi di dollari l'anno?

Castellano e filantropo
I castelli sono la sua personale forma di filantropia. “Gli interessano molto più i materiali, la bellezza e la conservazione del patrimonio culturale che il ritorno economico dei suoi investimenti - spiega Alexander Kottulinksy, proprietario del castello di Naudau e presidente dell'Associazione delle dimore storiche austriache - senza persone come lui, l'antico sapere di pittori, artigiani ed esperti di conservazione si sarebbe disperso da tempo”.


“Non lo faccio per diventare più ricco, non potrò portarmi tutto con me - ha confessato - ma perchè voglio fare qualcosa di utile e soprattutto desidero che la bellezza non venga perduta”. Ha costruito la sua vita sull'adrenalina, sul mito della corsa senza traguardi, sulla vorace accumulazione di denaro e vittorie. Ma ora mister Red Bull ha un solo desiderio: fermarsi. Fare un respiro profondo. E poter contemplare il bello.

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...