IL MERCATO

Auto China, ritorna il salone. Non molte novità e tanti dubbi sui tempi della ripresa

Le vendite di auto in Cina sono cresciute dell'11,6% in agosto, il quinto aumento mensile consecutivo dopo il lockdown quando le vendite erano crollate del 79%, il livello più basso dal 2005.

di Corrado Canali

default onloading pic

Le vendite di auto in Cina sono cresciute dell'11,6% in agosto, il quinto aumento mensile consecutivo dopo il lockdown quando le vendite erano crollate del 79%, il livello più basso dal 2005.


5' di lettura

Il mercato automobilistico cinese è in crescita, ma al Salone di Pechino aperto fino al 5 ottobre rimandato per il covid-19 più che per le novità esposte, molte meno del previsto, si è dibattuto sui tempi della ripresa del più grande mercato al mondo. Pesano i dubbi sui tempi della ripresa e l'attenzione è rivolta per ora sulla forte domanda di vetture lusso, il 15% del mercato, era il 10% un anno fa, oltre a crescente interesse per le auto a batteria destinatarie di grandi investimenti: le startup elettrici come Nio, Xpeng, Li Auto e Wm Motor hanno raccolto più di 8 miliardi di dollari nel 2020. La tradizionale stagione degli acquisti di auto in Cina che coincide con l'autunno, è partita bene col bimestre di settembre e un ottobre con vendite in crescita. Tuttavia il complessivo di fine anno è stimato in calo da parte associazione cinesi dei costruttori d'auto sia pure di circa il 10%, molto meno, dunque, delle previsioni annunciate alla fine di maggio che lasciavano intendere un fra il 15% al 25%. Ecco alcune novità esposte alla rassegna a cui vanno poi aggiunte qualche curiosità di settore.

Audi Q5 Sportback

Audi Q5 Sportback la sportiva eredita il restyling della Q5

L'ultima nata al debutto al Salone di Pechino arriva a pochi mesi dal lancio della Q5 restyling anch'essa svelta ad Auto China e ne eredita gli aggiornamenti estetici e funzionali. Lunga 4,69 metri, la Sportback si discosta di poco da quella della Q5: è più lunga di otto millimetri, ma larghezza (1,89 metri), altezza (1,66) e passo (2,82) sono identici. Al lancio nel corso del 2021 anche in Cina sarà disponibile soltanto il 2.000 cc TDI con sistema mild hybrid a 12 volt che dispone di 204 cv e 400 Nm ed è abbinato alla trazione integrale Quattro Ultra a cui aggiunge la trasmissione doppia frizione a 7 marce S Tronic.

Bmw 3

Bmw, le due M con l'insolito muso alla prova dei cinesi

Chissà come la prenderanno i potenziali acquirenti in Cina del nuovo volto della sportive del brand di Monaco. La nuova calandra, infatti, che è derivata dalla Serie 4 ora caratterizza entrambe le versioni M al punto da garantire un vero e proprio colpo d'occhio mai visto prima per le più sportive del brand, sul quale peraltro anche in Europa si è aperta un discussione. Entrambe aggiungono poi delle carreggiate molto muscolose, oltre che allargate di 4 centimetri per lato. Un look insomma all'insegna della audacia. Sotto il cofano di entrambi c'è lo stesso motore il 6 cilindri di 3.000 cc biturbo da 480 oppure da 510 cv.

Piattaforma sea by geely

Con la nuova piattaforma Geely segue le orme di Vw

La nuova Sustainable Experience Architecture (SEA) di Geely sarà utilizzata da 16 nuovi veicoli elettrici di 9 diversi marchi: Geely, Volvo e Lynk & Co per cominciare. La nuova piattaforma è destinata a supportare piccolo veicoli elettricidel segmento A, ma anche più grandi della classi D ed E e genererà in aggiunta una variante sviluppata per veicoli commerciali leggeri con diverse offerte di imballaggio che includono layout di trazione anteriore, posteriore e integrale. Con la sua nuova piattaforma il brand cinese di fatto replica le scelte già anticipare da Volkswagen con la Meb utilizzata per le elettriche del Gruppo.

Hyundai

Hyundai RM20e la base delle future N da corsa e da strada

Il brand coreano ha presentare a Pechino il prototipo RM20e. Progettato per anticipare la futura generazione di modelli Hyundai N, il concept è un'elettrica sportiva a trazione posteriore che utilizza il body di una Veloster N. Presentato come un laboratorio di ingegneria su strada, il prototipo usa presenta uno splitter anteriore in fibra di carbonio e dei parafanghi che ospitano cerchi in lega da 19 e 20 pollici. La potenza complessiva è fornita dal motore elettrico accreditato di oltre 800 cv il che consente di accelerare da 0 a 100 kmh in meno di tre secondi e di raggiungere una velocità superiore a 250 kmh.

Kia e il Carnival di quarta generazione dal look futuristico

Soprannominato Grand Utility Vehicle, il nuovo Carnival esposto a Pechino offre una combinazione di innovazione, spazio, flessibilità e stile. Il monovolume più avanzato di Kia, il nuovo Carnival è l'indicatore delle intenzioni del brand coreano di produrre auto eleganti e moderne anche per la Cina. Il suo design si ispira ai suv più recenti di Kia e la sua gamma di motori offre dei benzina potenti e più avanzati in abbinamento col cambio automatico a 8 velocità per una esperienza di guida che davvero dovrebbe risultare molto più coinvolgente. Il nuovo look è decisamente futuristico e abbinato alla nuova firma luminosa.

Honda ecco il suv e:concept il secondo EV del brand

Uno sport utility elettrico che preannuncia il primo modello a emissioni zero del brand giapponese destinato al mercato cinese, ma forse non solo. Al centro del prototipo c'è la tecnologia, in particolare l'infotainment Honda Connect di nuova generazione. Il sistema presenta un'interfaccia basata su un assistente personale dotato di intelligenza artificiale in grado di scaricare aggiornamenti per l'integrazione con gli smartphone. Insieme alla e:concept, al Salone di Pechino debutta anche una fotocamera anteriore dall'angolo di visione ampliato e un radar a 360 gradi per riconoscere l'ambiente attorno all'auto.

Maserati debutto in Cina per la super sportiva MC20

La MC20, la nuova vettura sportiva lanciata da poco dalla Casa del Tridente ha fatto il suo debutto cinese a Pechino in occasione di Auto China 2020. Come è noto la MC20 rappresenta il futuro di Maserati con la sua innovazione, il suo carattere unico e anche la sua audacia. Sullo stand al Salone era presenti fra l'altro anche la nuova Ghibli Hybrid Fenice Limited Edition. Da segnalare che in oltre 106 anni di storia, la Casa automobilistica di Maserati ha sviluppato una sua ancora più raffinata filosofia automobilistica che finisce per abbinare sia la sportività che anche il lusso: la MC20 non fa eccezione a questa tradizione.

Mercedes Classe S per la prima volta mostrata in pubblico

La settima serie dell'ammiraglia delle Stella, ordinabile da metà settembre in Germania e in consegna a partire da dicembre, veste i panni del riferimento nel settore del lusso per il nuovo decennio prima di tutto con un salto in avanti dell'interfaccia uomo-macchina. Cuore della realizzazione è il nuovo sistema di infotaiment Mbux che nella variante più evoluta offre addirittura cinque schermi, alcuni dei quali Oled a cui si aggiunge un display per il guidatore in grado di creare vere immagini tridimensionali grazie all'eye-tracking di chi è al volante. Senza la necessità di indossare gli appositi occhialini per 3D.

Peugeot con filtraggio PM2.5 anti covid-19

Allo stand dei francesi c'è la nuova 508 L che sta per lunga, nella variante model year 2021 per la quale i designers della Casa del Leone hanno lasciato più o meno lo stesso look deciso dell'attuale4 508L con il suo esclusivo i-Cockpit, aggiungendo però il sistema di filtraggio dell'aria PM 2.5 nell'abitacolo, utile per far fronte all'emergenza Covid. Al vertice della gamma c'è la versione Performance 400 THP che offre alcune caratteristiche specifiche dell'offerta dalla nuova versione: si tratta della cornice nera lucida della calandra, dei cerchi bicolore da 18 pollici e del tetto e specchietti verniciati di nero. Insomma una completa rivisitazione estetica che farla emergere dal resto della “famiglia”.

Nuova Rolls Ghost l'espressione del nuovo lusso britannico

Lo stile rappresenta bene l'idea del nuovo lusso del brand britannico che si segnale per le linee semplici, ma all'insegna della tradizione. Nel sottopelle la nuova Ghost abbandona la piattaforma d'acciaio della Bmw Serie 7 per una architettura in alluminio utilizzata da Phantom e Cullinan con ingombri di5,54 metri in lunghezza, 2,15 metri in larghezza e 1,57 metri in altezza. Sotto al cofano un poderoso powertrain a doppia sovralimentazione di 6.750 cc. Si tratta di un V12 che eroga 570 cv e 850 Nm di coppia oltre ad essere abbinato a una trazione integrale permanente con quattro ruote sterzanti.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti