ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùBrand emergenti

Auto cinesi, Chery debutta in Italia e in Europa con un suv elettrico

La casa di Wuhu ha scelto il nostro paese per l'ingresso nel mercato Europeo e lo fa con il modello Omoda, un suv elettrico.

di Giulia Paganoni

2' di lettura

Il marchio cinese Chery nei prossimi mesi debutterà in Italia costruendo una rete di vendite e assistenza solida e capillare nell’intero Paese. Il primo modello a essere commercializzato sarà il suv elettrico Omoda. 

Chi è Chery 

Il marchio Chery è noto in Italia per le trattative di fine anni 2000 con Fiat, quando si pensava ad una joint venture per lo sbarco in Cina del gruppo automobilistico Italiano che però saltò dopo la firma di un memorandum d’intesa per la costituzione di una joint venture finalizzata alla produzione e distribuzione di vetture Alfa Romeo (tra cui la 159) e Fiat e potenzialmente anche Chery. L'obiettivo era far uscire dagli stabilimenti circa 175 mila vetture all'anno, sufficienti per raggiungere il target delle 300 mila auto vendute in Cina nel 2010 fissato dal piano 2007-2010. A gennaio 2009, però, Fiat rivide l’obiettivo e l'accordo saltò. 

Loading...

La storia di Chery però parla da sé: è stato il primo marchio cinese ad avere un approccio internazionale e per 19 anni consecutivi è stato il costruttore cinese che ha fatto registrare i migliori risultati nell’esportazione delle proprie vetture in altri mercati arrivando a vendite cumulate di 2 milioni di vetture. Chery per molti anni è stato leader nelle esportazioni di veicoli a combustione interna e lo stesso vale per i veicoli di nuova generazione.  Chery, al momento, è impegnata in più di 80 paesi in tutto il mondo e ha già prodotto e messo in strada più di 10 milioni di veicoli.

L’Italia è il primo paese europeo per Chery

Casa di Wuhu (Cina) ha approvato un piano di espansione che nel prossimo futuro porterà alla vendita delle auto sul mercato europeo e ha deciso di iniziare proprio dall’Italia per affacciarsi in prima persona sui mercati del Vecchio Continente. L’ingresso nel continente passerà contestualmente anche dalla Spagna.

L’obiettivo per Chery è di creare una solida rete di vendita e di assistenza nel nostro Paese, convinta che per avere successo in Italia debba adottare una strategia in cui tutto ruota intorno all’utente.

Omoda: il primo modello Chery per l’Italia

Inizialmente Chery debutterà in Europa con il veicolo elettrico Omoda, modello con il quale la casa inaugurerà una nuova fase della propria attività: una fase incentrata sulla globalizzazione delle vetture elettriche e a basso impatto ambientale.

Chery ha sempre avuto un forte interesse nel mettersi in gioco sul mercato europeo e crede che questo momento di forte cambiamento, animato dalla transizione ecologica, rappresenti una grande opportunità di crescita. Oltretutto che l’Europa, e con essa anche l’Italia, stanno costruendo una solida infrastruttura nel settore delle nuove energie.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti