Le cifre della ripresa

Auto e componenti, i primati del distretto

La meccanica di alta specializzazione è il settore di punta a Frosinone

di Claudio Tucci

(AdobeStock)

2' di lettura

L’Its Meccatronico del Lazio è nato nel 2019, e specializza i giovani su profili professionali legati al settore manifatturiero, in particolare nei comparti automotive e della componentistica elettrica ed elettronica.

Nasce nel distretto della meccatronica del basso Lazio, provincia di Frosinone, dove i numeri dell’industria superano la media nazionale.

Loading...

Secondo l’Istat, infatti, l’industria a Frosinone contribuisce per il 23% del valore aggiunto provinciale, contro una media nazionale del 20%, e assorbe il 28% degli addetti nelle imprese (media nazionale 23%). Frosinone è la quarta provincia italiana per capacità di esportare in settori a domanda mondiale dinamica. Il valore delle esportazioni nei settori dinamici è pari a 6,7 miliardi di euro nel 2019.

La meccanica di alta specializzazione è il settore di punta a Frosinone, vale il 56% dell’occupazione (48% media nazionale). «I settori manifatturieri della provincia di Frosinone hanno risentito meno degli impatti del Covid-19 rispetto ad altri comparti - ha spiegato Miriam Diurni, presidente di Unindustria Frosinone -. Ciò ci da un vantaggio competitivo che non dobbiamo sprecare. Meccanica e meccatronica nei prossimi anni dovranno sempre più specializzarsi nel 4.0 e nella sostenibilità».

Il mercato del lavoro nella provincia di Frosinone sta migliorando: nel periodo giugno-agosto sono previste 7.810 assunzioni. Di queste, 3.240 sono nell’industria (1.890 nell’industria manifatturiera, 1.350 nelle costruzioni). Quasi 2mila assunzioni sono preventivate nei servizi, 1.360 nel commercio, in quest’ultimo caso si tratta prevalentemente di contratti a termine.

Va aggredito il mismatch: le difficoltà di reperire la risorsa in linea con le richieste delle aziende è del 31,5% delle entrate previste, in pratica quasi una su tre. Si arriva anche a picchi del 77% nel caso di progettisti e ingegneri. Un motivo in più, per ripetere le parole del premier, Mario Draghi, per potenziare gli istituti tecnici e professionali e rafforzare il loro legame con il mercato del lavoro perchè l’offerta di capitale umano specializzato risponda velocemente alla domanda da parte delle imprese».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti