Classiche

Auto e Moto d'Epoca 2021, istruzioni per l'uso per lo show di Padova

Le rassegne dell'heritage hanno fatto registrare quest’anno affluenze da record. Dopo Villa d'Este tornata col pubblico presente e poi Milano AutoClassica tocca ora all'evento che si svolge dal 21 al 24 ottobre alla Fiera di Padova.

di Corrado Canali

5' di lettura

Auto e Moto d'Epoca è il più grande mercato in Europa di auto e ricambi storici ed è dunque il posto migliore dove trovare la vettura classica dei propri sogni. Una formula quella della rassegna che dal 21 al 24 ottobre si svolge alla Fiera di Padova chenon è mai uguale negli anni. In ogni edizione si sviluppano mostre tematiche che anticipano filoni di approfondimento nel settore Heritage. Il rombo dello scarico, l'emozione della guida, il profumo degli interni, le forme della carrozzeria sono i principali ingredienti di Auto e Moto d'Epoca 2021.

I numeri dell'edizione di quest’anno

Quattro giorni di apertura, 115.000 mq si superficie espositiva, 11 padiglioni, 1600 espositori, più di 5000 macchine in vetrina, 4 mostre, tante Case costruttrici, numerosi collezionisti e appassionati provenienti da tutta Europa. Sono questi i numeri dell'edizione 2021 di Auto e Moto d'Epoca che inaugura l'apertura al pubblico giovedì 21 ottobre e che è visitabile per quattro interi giorni dedicata espressamente alla passione per le auto e le moto classiche.

Loading...

Stellantis presente è coi marchi italiani

Novità anche nel mondo dei ricambi. Con più di 600 specialisti in pezzi di ricambio, aziende specializzate nella cura dell'auto e artigiani del restauro Padova si conferma il più grande mercato a livello europeo. Quest'anno, inoltre, anche il Dipartimento Heritage di Stellantis mette in mostra modelli restaurati e pezzi di ricambio tornati in produzione. Nello specifico, Stellantis racconta 50 anni di ricerche confluiti nella Nuova 500 Red, partendo dall'innovativa concept car Fiat X1/23 del 1974. Sviluppata cinque decadi fa, è di fatto uno dei primi esempi al mondo di citycar a motore elettrico: si tratta di una piccola monovolume a due posti, con una velocità massima di ben 75 kmh ed un'autonomia importante di 70 km ad una velocità costante di 50 kmh.

Mercedes-Benz SLK. 1994 (Photo signature in the Mercedes-Benz Classic archive: A94F441)

Mercedes festeggia i 25 anni della roadster SLK

Se da un lato Mercedes espone la pioniera 190 E Elektro, un modello sperimentale con un motore elettrico per ognuna delle due ruote posteriori, presentato ad Hannover negli anni ‘90. All'altro capo dell'evoluzione si trova l'ammiraglia EQS: la vetta dell'elettrificazione del marchio Mercedes-EQ. Ma per gli appassionati presenti a Padova la chicca saranno i venticinque anni della prima generazione della SLK: grazie al suo tetto ripiegabile in metallo, in 25 secondi, la roadster riusciva a trasformarsi da scoperta a coupé, con un tetto fisso in acciaio insonorizzato. E si distinse anche per la sicurezza, grazie ad una serie di ulteriori innovazioni. Nel 2004 nello stabilimento di Brema ne sono state prodotte 311.222 della serie R 170. Le generazioni che coprono le serie R 170, R 171 e R 172 sono state vendute in 710.000 unità, dal 2016 come SLC.

A Padova debutta la nuova Porsche 718 Cayman

Il brand di vetture sportive ha scelto l'evento di Padova per presentare la nuova 718 Cayman, la sportiva coupé giunta alla quarta generazione completamente rinnovata: i nuovi motori boxer a quattro cilindri con sovralimentazione turbo per la prima volta come nella Boxster erogano una potenza di 300 cv che salgono a 350 nella versione S mentre l’enorme coppia garantisce agilità e divertimento già a bassi regimi. Nel telaio completamente riadattato della 718 Cayman, rigidità trasversale e sospensioni sono state ottimizzate, molle e barre stabilizzatrici sono più rigide e gli ammortizzatori sono stati adeguati. Lo sterzo, configurato per essere il 10% più diretto, aumenta l’agilità e il piacere di guida. I cerchi dietro maggiorati di mezzo pollice, in combinazione coi pneumatici di nuovo sviluppo, generano un potenziale di forza laterale più elevato e quindi una maggiore stabilità in curva. La nuova Porsche 718 Cayman nella versione S, offre un turbocompressore con turbina a geometria variabile che è strettamente derivato dalla 911 Turbo.

Bmw Motorrad Italia alla fiera di Padova

Il brand di Monaco porta all'esposizione l'intera famiglia R 18. La Bmw R 18, che è stata presentata nell'estate del 2020, si è rivelata subito come un prodotto travolgente in cui l'innovazione e la tradizione della casa bavarese convivono in una motocicletta carica di contenuti iconici, offrendo un'interpretazione nuova e personale di una moderna maxi-cruiser. Nello stesso anno la Bmw R 18 è stata poi affiancata da un ulteriore modello basato sulla stessa piattaforma tecnologica: la Bmw R 18 Classic. Al salone Auto e Moto d'Epoca di Padova a fianco di questi due primi modelli Bmw Motorrad Italia porta le nuove R 18 Transcontinental e R 18 B presentate attraverso il video musicale dedicato della celebre band americana The Cadillac Three.

McLaren celebra i suoi primi 10 anni

Nella storia della McLaren le biposto a ruote coperte hanno rappresentato un capitolo importante, Le Sport furono un, infatti, un punto di inizio e una palestra tecnica per la F1. la M1C, che prese forma nel 1967 sotto la spinta dei continui successi McLaren che invogliarono un numero crescente di piloti e scuderie a rivolgersi alla Casa di Colnbrook. È questo l’orizzonte di squadre e piloti nel quale affondano le lontane radici della nuova 570S Spider. L’auto è la terza versione della famiglia di prodotti della Sports Series McLaren, che viene assemblata a mano a Woking, nel Regno Unito, e offre caratteristiche uniche per una supercar come la costruzione in fibra di carbonio, un’architettura con motore centrale e prestazioni esaltanti per delle convertibili di grande lusso.

Tutte le tematiche sviluppate per l'edizione 2021

Sono tante le novità e le tematiche diffuse tra i padiglioni e le aree all'aperto della fiera, a partire dalla passione per il Motorsport, con 4 mostre inedite e centinaia di modelli unici esposti da dealer e collezioni private. Si parte con L'Italia che vince le corse, la mostra dedicata ai marchi italiani che hanno segnato la storia delle competizioni, sia nel mondo dell'auto che nel mondo delle moto. Realizzata in partnership con Mauto, il Museo Nazionale dell'Automobile e la Collezione Veloce Classic di Londra, l'esposizione fa conoscere tutti i più grandi marchi italiani di sempre con i rispettivi modelli iridati che hanno tagliato il traguardo delle competizioni internazionali.

Le auto e le moto più significative esposte

Tra le auto esposte, la leggerissima, pesa solo 620 kg Lancia-Ferrari D50 del 1955 che conquistò il mondiale 1956 con Juan Manuel Fangio al volante e la Maserati modello 26B del 1928, seconda vettura da corsa realizzata dai fratelli Maserati nelle officine di Bologna. Vinse nel 1928 il Campionato Italiano Marche, grazie alle affermazioni di piloti come Ernesto Maserati, Baconin Borzacchini, Ajmo Maggi. Per quanto riguarda, invece, le moto, la Gilera 500 4 cilindri GP del 1956 che di mondiali ne vinse ben sei tra il 1950 e il 1957.

Numerosi i club e registri storici presenti

L’obiettivo è di esporre i loro gioielli, come per esempio l'Alfa Romeo 6C 2300 L Mille Miglia, ma anche la prima Superleggera di sempre, e la secolare Lancia Lambda, la prima auto moderna della storia. Nel 2021 si celebra il centenario dell'auto di Vincenzo Lancia che segnò la rivoluzione dell'industria automobilistica. Il brand che è alla vigilia di scelte epocali all’indomani dell’ingresso nel gruppo Stellantis espone alla fiera di Padova 2021 ben tre modelli storici: si tratta di una berlina, di una balloon e di una torpedo.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti