Immatricolazioni

Auto, ecco le più vendute in Europa a febbraio. Boom di elettriche e plug-in. Diesel ai minimi storici

La Peugeot 208 è in testa alle immatricolazioni, non succedeva da tempo per un modello del brand francese. In crescita anche la quota delle varianti elettrizzate sul totale delle vendite per modello.

di Corrado Canali

4' di lettura

Peugeot con la 208 conquista la pole nelle vendite di febbraio anche se il mercato è sempre in calo. Del resto finché ci saranno delle restrizioni per i viaggi e i lockdown sono all'ordine del giorno, l'industria dell'auto continuerà a registrare risultati negativi.

Le previsioni dell'istituto di ricerca Jato Dynamic, tuttavia, sono incoraggianti. A fine marzo verrà forse assorbito gran parte del calo delle vendite di febbraio, con un aumento di dimensioni molto più consistenti soprattutto se paragonato allo stesso mese dell'anno scorso quando l'industria europea dell'automobile aveva fatto registrare il minimo storico di immatricolazione degli ultimi 38 anni.

Loading...

Peugeot con la 208 in testa alle vendite in Europa

Febbraio è stato un mese interessante per Peugeot che con la 208 ha sostituito la Toyota Yaris in testa alla classifica dei modelli più venduti in Europa. L'ultima volta che il brand francese era stato in testa alla vendite europee era nel 2008 con la 207. La popolarità dell'attuale generazione di modelli Peugeot si è rispecchiata anche nei buoni risultati registrati dalla 2008. Il b-suv è stato la seconda vettura più venduta in febbraio, con un significativo aumento dei volumi pari al 51% e un piazzamento migliore dei concorrenti Vw T-Roc e Renault Captur.

Gli altri modelli nei primi posti in classifica

La Volkswagen Golf è terza e precede la Toyota Yaris, a seguire la Fiat Panda e la Renault Clio divise da poche unità. Poi la Citroen C3 e la Opel Corsa. Altri modelli fra i più performanti a febbraio sono la Ford Puma che è diventata la più venduta di Ford. In grande crescita anche la Volvo XC40 (+ 33%), la Tesla Model 3 (+ 55%), la Mercedes GLB (+ 181%) e le Mercedes GLA / EQA (+ 49%) oltre alla Smart Fortwo (+ 114%). Fra gli ultimi modelli lanciati da segnalare Volkswagen che ha venduto 3.744 unità dell'ID.3, Citroen con 2.805 unità della nuova C4 e il brand Cupra 2.582 unità con il crossover Formentor.

Boom di plug-in fra novità e conferme

Il testa alla classifica c'è la Volvo XC40 con 3.479 unità vendute (+323%) seguita dalla Peugeot 3008 con 2.564 unità (+120%). Terza e quarta assoluta la Renault Captur e la Bmw X1 rispettivamente con 2.564 e 2.522 unità vendute al debutto in versione ricaricabile. Seguono l'altra Bmw Serie 3 con 2.473 unità (+60%), la Volvo XC60 son 2.237 unità (+39%), ma anche la Volkswagen Golf con 2.158 unità (+542%) e la Ford Kuga con 2.060 unità (+ 486%) e un'altra Volvo la V60 con 1.540 unità (+6%). Decima ancora un'altra Volkswagen la Passat 1.481 unità (+14%).

Fra le elettriche c'è in testa la Tesla Model 3

Contro sorpasso della berlina a batteria del brand californiano che con 5.405 unità vendute (+55%) ha tenuto a distanza la Volkswagen ID.3 ferma a 3.557 unità senza alcun confronto con l'anno prima sto che è da soli pochi mesi in vendita. Segue da vicino la Renault Zoe con 3.547 unità (-45%) una delle poche in calo così come la Peugeot e-208 con 3.047 unità (-13%). Seguono la Kia Niro con 2.642 unità (+72%), la Volkswagen Up con 2.541% (+68%), la Hyundai Kona con 2,496 unità (+28%), la debuttante Nuova Fiat 500 con 2.153 unità, la Smart ForTwo con 2.012 unità (+113%) e ancora una Peugeot ma al debutto fra le elettriche più vendute, la 2008 con 1.992 unità.

Aumenta il mix delle elettrificate per modello

Sempre più importante, poi, l'impatto dei veicoli elettrici sulle vendite per modello tanto da fare registrare una media europea del 14%. Lo si nota dal mix di registrazioni per tipologia di carburante. Ad esempio, una su tre Land Rover immatricolate a febbraio sono elettrificate, rispetto al 7% del febbraio 2020.

Anno su anno, la quota di questi veicoli è aumentata di oltre 15 punti anche per Mercedes, Jeep e Volvo, perchè i produttori hanno continuato a diversificare l'offerta in particolare dei suv in risposta e all'aumento della domanda di alimentazioni alternative di PHEV dove in testa alle vendite c'è la Volvo XC40 e di EV dove a febbraio si è assistito al sorpasso della Tesla Model 3 sulla Vw ID.3.

I brand con la più alta percentuale di elettrificate

In testa naturalmente Testa col 100% della gamma, seguita dai cinesi di Geely che valgono il 45%, davanti al gruppo Jaguar & Land Rover col 31%, e a Mercedes col 27%. Il Gruppo Bmw incalza col 24%, davanti a Hyundai con 16% e alla Alleanza Renault-Nissan col 12%. Il Gruppo Volkswagen ha una quota di elettrificate dell'11% due punti più di Stellantis con il 9%. Seguono Ford col 5,7%, Honda con il 3,7%, Mazda col 3,3% e Subaru con lo 0,9% e Suzuki con una quota per ora pari allo 0,0%, ma destinata ad aumentare coi modelli full Ev e plug in Swace e Across grazie dalla collaborazione con Toyota.

I suv valgono quasi la metà delle vendite europee

Nonostante l'economia europea non sia nel suo momento migliore, i suv si sono confermati anche a febbraio il tipo di vettura più apprezzato rispetto alle quelle tradizionali. I modelli a ruote alte calano in un mese difficile di appena l'11%, rispetto alla perdita del 23% dell'immatricolato dei modelli tradizionali. E con il 43,6% guadagnano comunque la quota maggiore sul mercato.

In forte calo sono risultati i monovolumi che hanno pagato il conto con un meno 58%, scendendo ad appena 17.800 unità vendute a febbraio uno dei peggiori risultati mensili per questa tipologia di vetture. Quote significative hanno fatto registrare le berline compatte con 18,9% del totale, quelle medie col 15,5% e quelle superiori con il 6%. Bene le citycar col 7,5% con in testa la Fiat Panda.

L'offerta diesel sempre più ai minimi storici

Infine il mercato delle auto diesel che sta diventando sempre più penalizzato dalla arrembante crescita dell'elettrificazione. Le immatricolazioni di auto diesel a febbraio sono, infatti, diminuite del 33% a sole 225.000 unità che rappresentano il 27% del totale delle immatricolazioni di auto nuove nel Vecchio Continente. In pratica la quota della auto a gasolio si è dimezzata nell’ultimo anno. Al punto che per marchi come Honda, Mazda, Mini e Toyota il diesel è di fatto uscito dall'offerta.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti