i dati unrae

Auto elettriche, le immatricolazioni raddoppiano: +109% nei primi 9 mesi del 2019

Nonostante il trend in forte crescita, le auto elettriche restano ai margini del mercato, con una quota che copre lo 0,5% del totale

di A.Lar.

2' di lettura

Le auto elettriche accelerano. Nel primo 8 mesi del 2018, le nuove immatricolazioni di veicoli elettrici alimentati a batteria (BEV) sono raddoppiate. Con 6.453 autovetture elettriche immatricolate in Italia tra gennaio e agosto, la crescita misurata rispetto allo stesso periodo del 2018 è pari al 109%. Nonostante il trend in forte crescita, le auto elettriche restano però ai margini del mercato, con una quota che copre lo 0,5% del totale.

Il dato è stato diffuso dal Centro Studi e Statistiche UNRAE, l’Unione nazionale rappresentanti autoveicoli esteri, in occasione della Settimana europea della mobilità. Dall’analisi emerge che la crescita di immatricolazioni di auto elettriche interessa prevalentemente i privati - che rappresentano il 41,0% degli acquisti - e il noleggio a lungo termine (30,7% del totale). Nel periodo di analisi i diversi modelli immatricolati sono 26, in crescita rispetto ai 22 di un anno fa.

Loading...

Il 72,4% delle immatricolazioni di BEV (battery electric vehicle) sul mercato privati è realizzato da uomini, 13,2 punti percentuali in più rispetto ai valori di mercato su tutte le altre alimentazioni e la fascia di età più rappresentativa è quella da 46 a 55 anni, con il 32,8% di quota di mercato (+7,4 punti percentuali rispetto alla quota su tutte le altre alimentazioni).

Dal punto di vista geografico, circa i 3/4 degli acquisti di autovetture elettriche si concentrano nel Nord del Paese, mentre la città di Roma rimane al 1° posto per numero di immatricolazioni, pur riducendo la sua quota a meno della metà rispetto al 2018.

Se guardiamo cosa i clienti hanno dato in permuta a fronte dell’acquisto di auto elettriche, nei 5 mesi di questo anno (periodo nel quale il dato è consolidato) il 45% dei veicoli permutati ha alimentazione diesel, in linea con le tendenze in atto; segue la benzina al 35% del totale. Da segnalare anche un 10% di veicoli elettrici. Ciò è spiegato in parte con le offerte vantaggiose che le Case automobilistiche rivolgono agli utilizzatori di BEV in occasione dell’uscita di nuove versioni del modello in uso.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti