bev

Auto elettriche, pronto il robot per ricariche rapide Volkswagen. E la ID.3 sarà prodotta anche a Dresda

Da un anno la divisione che a Wolfsburg si occupa di componentistica per Vw studia di soluzioni mobili per un pieno rapido delle elettrica. Il debutto nel 2021.

di Corrado Canali

default onloading pic

Da un anno la divisione che a Wolfsburg si occupa di componentistica per Vw studia di soluzioni mobili per un pieno rapido delle elettrica. Il debutto nel 2021.


3' di lettura

Non è la prima volta che si sente parlare di robot di ricarica autonomi, una soluzione che contribuirebbe a rendere molto più semplice l'impiego di un'auto elettrica. Volkswagen ha, in effetti, svelato la sua interpretazione di questi droidi circa un anno fa, mentre anche i cinesi di Aiways stanno cercando di sviluppare il proprio robot di ricarica per auto. Quello per la ricarica rapida di Vw avrà il compito di offrire una soluzione completamente autonoma ai veicoli elettrici in aree di parcheggio limitate come ad esempio i garage sotterranei, ma non soltanto visto che si stanno studiando altre soluzioni di spazi.

Robot sarà contattabile tramite app o car-to-X
Se una infrastruttura di ricarica onnipresente è e rimane un fattore chiave per il successo della mobilità elettrica, il progetto di Volkswagen di un robot di ricarica è solo uno dei tanti approcci anche se in un certo senso rimane uno dei più interessanti per tanti motivi. Il robot infatti può essere attivato tramite un'applicazione o utilizzando in aggiunta la comunicazione Car-to-X che consente alle vetture di comunicare con l'infrastruttura e si dirigerà in maniera autonoma verso il veicolo. Va poi chiarito che l'intero processo di ricarica si svolgerà completamente senza alcun tipo di intervento da parte umana.

Loading...

Soluzioni di ricarica mobile ma anche accessibili
Per ricaricare più veicoli contemporaneamente, il robot si collegherà ad un'unità mobile di accumulo di energia, ripetendo più volte questo processo. Una volta completata la ricarica, raccoglierà autonomamente l'unità mobile di accumulo di energia e la riporterà alla stazione centrale. La creazione di un'infrastruttura di ricarica sempre più efficiente resta un sfida per l'intero settore automotive, ma l'obiettivo è anche di sviluppare soluzioni le più accessibili possibili. Il robot di ricarica mobile e la stazione di ricarica rapida di Volkswagen sono due soluzioni che vanno in questa direzione.

Come funzioneranno le ricariche in automatico?
Quando saranno completamente carichi, i dispositivi di accumulo di energia trasportano all'incirca 25 kWh di elettricità, con il robot mobile in grado di trasportare più dispositivi nello stesso tempo. Questi autentici vagoni di batterie sono dotati di ricarica rapida in corrente continua fino a 50 kW. Il robot stesso è inoltre dotato di telecamere, laser scanner e sensori ad ultrasuoni che gli consentiranno di muoversi liberamente nell'area di parcheggio, riconoscendo eventuali ostacoli e di conseguenza evitarli, oltre a svolgere l'intero processo di ricarica in modo completamente autonomo.

Negli Usa un'analoga soluzione è quasi pronta
Mentre il robot di ricarica mobile sta entrando nella fase dei test finali, Volkswagen lancerà il suo sistema di stazione di ricarica flessibile all'inizio del 2021. Negli Usa Electrify America si sta preparando ad introdurre una soluzione analoga. Come parte di un accordo con Stable Auto un'azienda che si occupa di istallazioni di caricabatterie robotici, il sito di ricarica aprirà all'inizio del prossimo anno a San Francisco in California e sarà autonomo come i veicoli elettrici che si ricaricheranno nella struttura che inoltre sarà caratterizzata da caricabatterie veloci a corrente continua da 150 kW e in aggiunta utilizzerà dei bracci robotici che utilizzeranno la tecnologia sviluppata da Stable Auto.

Intanto a Dresda Vw prepara la staffetta fra e-Golf e ID.3
Un avvicendamento storico fra l'ultima e-Golf a batteria prodotta in 50.401 unità e il primo modello di una nuova famiglia di vetture 100% elettriche di Volkswagen la ID.3 che aggiungerà al primo sito produttivo di Zwuckau quello dell'ex fabbrica trasparente di Dresda. I lavori per consentire la staffetta dei due modelli erano già partiti nel corso dell'estate con la realizzazione di sette stazioni in tutto compresa quelle dedicate al fissaggio sia del telaio che della carrozzeria, ma ora il restyling sarà completato all'inizio del prossimo anno.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti