AUTOMOTIVE

Auto elettriche, Toyota e i cinesi di Byd, fronte comune nello sviluppo

I due brand hanno deciso di costituire una società in joint venture che si occuperà delle ricerca e dello sviluppo di veicoli elettrici a batteria mettendo da parte le rispettive rivalità e fare fronte comune in tema di elettrificazione

di Corrado Canali


default onloading pic

1' di lettura

La nuova società di ricerca e sviluppo lavorerà alla progettazione e allo sviluppo di Bev, compresa una nuova piattaforma e le sue parti correlate in comune. Toyota e BYD investiranno ciascuno il 50 percento del capitale necessario per costituire la nuova joint venture in Cina nel corso del 2020. Il valore del capitale non è stato reso ancora noto.

Le due Case automobilistiche hanno anche dichiarato di aver pianificato di trasferire tutti gli ingegneri al momento coinvolti nella ricerca e sviluppo dalle loro società alla nuova joint venture.

«Il nostro obiettivo è di mettere in comune i punti di forza di BYD nello sviluppo e la competitività nel mercato dei veicoli elettrici a batteria con la tecnologia di qualità e della sicurezza di Toyota per fornire i migliori Bev sul mercato il più presto possibile», ha spiegato il vice presidente di Byd, Lian Yu-bo.

A luglio di quest'anno, Toyota e BYD avevano dichiarato che avrebbero sviluppato berline e suv completamente elettrici che sarebbero stati in vendita in Cina con il marchio Toyota prima del 2025. Il primo modello verrà lanciato il prossimo anno e sarà basato sul crossover C-Hr.

La joint venture Toyota-Byd svilupperà modelli a batteria appositamente per il mercato cinese, dove entrambi intendono promuovere la diffusione di questi veicoli destinati a migliorare l'ambiente.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...