algoritmi

Auto a guida autonoma, Cern e Zenuity collaborano sull’apprendimento veloce

La partnership tra l’organizzazione per la ricerca nucleare e la società svedese punta ad accelerare l’apprendimento veloce e quindi i tempi di reazione sulla sicurezza

di A.Mac.


default onloading pic
(Reuters)

2' di lettura

Il Cern punta sull’auto a guida autonoma, dove l’analisi di grandi quantità di dati è un fattore chiave per la sicurezza. L’Organizzazione europea per la ricerca nucleare ha firmato un accordo come Zenuity, la società di software di guida autonoma con sede in Svezia, che è così diventata la prima azienda automobilistica a collaborare con il Cern. La partnership riguarda in particolare l’apprendimento automatico veloce per auto a guida autonoma.

Una sfida fondamentale nello sviluppo di auto a guida autonoma (Ad) è l’interpretazione delle enormi quantità di dati generati dalle normali condizioni di guida, come l’identificazione di pedoni e veicoli con i sensori sull’auto, tra cui telecamere, lidar e radar.

Affrontare questi problemi è cruciale per lo sviluppo di auto Ad sicure ed è una parte fondamentale della missione a lungo termine di Zenuity: accelerare lo sviluppo di veicoli che elimineranno completamente le collisioni di automobili e le lesioni e gli incidenti mortali associati.

In linea generale, si spera che questa collaborazione con il Cern aiuti Zenuity a sviluppare auto Ad in grado di prendere decisioni e fare previsioni più rapidamente, evitando così incidenti.

Una delle principali ricerche del Cern è studiare il modello standard della fisica delle particelle raccogliendo grandi quantità di dati provenienti dalle collisioni di particelle prodotte dal Large Hadron Collider (Lhc) del Cern. Sia la fisica delle particelle che i veicoli autonomi richiedono decisioni rapide da prendere.

Il Cern ha affrontato questa sfida utilizzando Field-Programmable Gate Arrays (Fpga), una soluzione hardware in grado di eseguire complessi algoritmi decisionali in micro-secondi. La sinergia tra Zenuity e Cern mira a utilizzare Fpga per applicazioni di machine learning veloce, da utilizzare nell'industria Ad e negli esperimenti di fisica delle particelle.

«Penso che dica qualcosa di importante sulla natura collaborativa della scienza che un’organizzazione come il Cern che conduce collisioni di particelle ad alta energia - ha detto Dennis Nobelius, amministratore delegato di Zenuity, ha dichiarato - può lavorare con un’azienda che si dedica ad eliminare completamente le collisioni ... in traffico».

Dennis Nobelius, amministratore delegato di Zenuity. (Reuters/Esha Vaish)

La ricerca da condurre nell'ambito della collaborazione riguarda il cosiddetto “apprendimento profondo”, che è una classe di algoritmi di apprendimento automatico. Negli ultimi anni tali algoritmi, comunemente indicati come Ai , sono stati applicati a una moltitudine di campi con grande successo, persino superando le prestazioni umane in determinati compiti.

Zenuity spera che la collaborazione con il Cern spinga le frontiere di questa tecnologia riducendo il tempo di esecuzione e l’impronta di memoria dei relativi algoritmi di deep learning senza ridurre la precisione, riducendo al contempo al minimo il consumo di energia e i costi.

«Vedo questa collaborazione come una manifestazione del fatto che questa tecnologia in rapido sviluppo non si estende solo a settori diversi ma anche oltre il confine tra ricerca scientifica e industria, e questo tipo di collaborazione interdisciplinare è necessaria per raggiungere obiettivi ambiziosi» ha detto Nobelius.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...