RICERCA AVIS

Auto, proprietà addio: vincono le formule on demand


default onloading pic

1' di lettura

La popolarità dell'automobile continuerà a rimanere forte nonostante i mutamenti nell'ambito della mobilità, ma l'atteggiamento nei confronti della proprietà dell'auto cambierà in modo significativo. Secondo il report “The Road Ahead: The Future of Mobility Report” realizzato da Avis Budget Group, con molta probabilità nei prossimi dieci anni i consumatori passeranno a un modello on demand per la loro modalità di trasporto preferita. Il report analizza i dati della ricerca effettuata su consumatori di 16 Paesi in Europa e Asia, rivelando che le notizie sulla fine dell'auto sono esagerate. L'82% degli intervistati pensa che possedere un'auto sia ancora importante, il 77% ha un'auto di proprietà e circa il 50% considera ancora l'auto come mezzo di trasporto ideale.

Tuttavia questa situazione è destinata a cambiare: secondo il 68% degli intervistati la piena proprietà di un veicolo smetterà di essere il modo più diffuso per accedere all'auto nei prossimi 10 anni, e il 54% è preparato a rinunciare alla proprietà e affidarsi al noleggio a lungo termine, oppure a servizi on-demand e in abbonamento. Il 59% ha dichiarato di aspettarsi più servizi in abbonamento e on-demand per le auto e i furgoni nei prossimi anni. Per quanto riguarda l'Italia il 92% degli intervistati ritiene importante possedere un'auto e il 90% ha un'auto di proprietà. Ma il 71% prende comunque in considerazione l'idea di rinunciare al possesso dell'auto e affidarsi a un servizio di noleggio/abbonamento a lungo termine, a patto che sia pratico e conveniente. E per la stessa percentuale (70%) il risparmio di denaro potrebbe rappresentare un motivo in più.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...