immatricolazioni

Auto, rimbalzo in Europa a settembre ma il mercato perde l’1,6% da gennaio

Brexit e frenata del Diesel tengono in stagnazione il settore, risultato negativo nell’insieme dei 5 major market

di Filomena Greco


Auto: ad agosto vendite giu' del 3,1%; in un anno -5,1%

2' di lettura

Rimbalzo a settembre per il mercato dell’auto in Europa. Nei paesi dell’Unione europea e dell’Efta (Islanda, Norvegia e Svizzera) sono
state immatricolate un milione e 285.494 autovetture, il 14,4% in più rispetto ad un anno fa. Il dato positivo è profondamente condizionato dal fatto che a settembre 2018 le registrazioni avevano mantenuto un livello molto basso per effetto dell’entrata in vigore del nuovo sistema di omologazione WLTP.

In terreno positivo, a settembre, tutti i gruppi automobilistici come rivelano i dati dell’Acea, con Volksagen che mette a segno un +46,8%, sebbene perda l’1,3% da inizio anno rispetto al 2018, seguita dal Gruppo renault che cresce nelle immatricolazioni del 27,8% (-2,4% da gennaio a settembre). Fca mette a segno una crescita del 12,8% nel mese, un recupero che però deve fare i conti con un calo di oltre 10 punti da inizio anno rispetto al 2018, una quota di mercato passata dal 6,7 al 6,1%, in settima posizione per volumi di vendita nel Vecchio Continente.

Più «normali» i risultati di Psa – più 4,3% nel mese, stabili i volumi da inizio anno – e Hunday, che cresce del 6% e riesce a mantenere, come il Gruppo Daimler, un andamento positivo da inizio anni. Ford guadagna l’8,5% delle immatricolazioni a settembre ma è in calo del 3,8% da gennaio mentre Toyota cresce – del 6,7% nel mese e del 2,5% da gennaio a settembre – e consolida una quota di mercato pari a 5 punti. Il Gruppo Bmw mantiene i volumi soprattutto grazie all’andamento del brand Mini mentre il marchio della casa cede sia nel mese che da inizio anno.

LEGGI ANCHE: Auto, Europa in frenata: calo del 3,2% da gennaio ad agosto

L’anno scorso, in realtà, il passaggio al nuovo sistema di omologazione aveva innescato una corsa alle immatricolazioni nel mese di agosto del 2018, per piazzare sul mercato con sconti importanti i modelli non in regola con la nuova normativa, e una frenata nel mese successivo.Una dinamica che ha condizionato a distanza di un anno ilo risultato del mese scorso. Per avere un quadro più omogeneo è necessario analizzare il dato statistico delle vendite nel periodo gennaio-settembre: nei nove mesi dell’anno sono state immatricolate 12 milioni e 115.927 autovetture, numero in calo dell’1,6% rispetto allo stesso periodo del 2018.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...