Città digitali

Auto self-drive, rifiuti pneumatici e sensori: in Finlandia la smart city del futuro è progettata dai suoi cittadini

Così un ex quartiere industriale di Helsinki è diventato il progetto pilota mondiale della tecnologia al servizio dell'uomo

di Enrico Marro

3' di lettura

Ci sono le smart grid, il fotovoltaico, i sensori Internet of Things, le auto elettriche a guida assistita. Persino un sistema pneumatico di smaltimento dei rifiuti, senza cassonetti né camion della spazzatura. Un concentrato di tecnologie avanzate che non è così banale da trovare altrove.

Ma la vera anima di Kalasatama, quartiere a nord-est di Helsinki diventato progetto pilota mondiale di un'innovazione a tutto tondo, è un umanesimo profondo e partecipato.

Loading...

In quella che è diventata la più importante smart city finlandese e forse mondiale, innovazione e tecnologia hanno l'unico scopo di recuperare la risorsa più scarsa e importante di tutte: il tempo. Al centro di tutto c'è infatti solo l'uomo. Con le sue necessità, le sue ambizioni, i suoi desideri e i suoi sogni.

SCANDINAVIA REGINA DELLE RINNOVABILI
Loading...

Progettata dai suoi abitanti
Questo lo spirito, squisitamente nordeuropeo, che anima l'esperimento di questo ex sobborgo industriale da 175 ettari, destinato entro il 2030 a ospitare 25mila abitanti e 10mila lavoratori del terziario avanzato in un milione di metri quadri di abitazioni e quasi 400mila di uffici.

Un distillato di innovazione ossessionato dal benessere dei suoi abitanti. Che non a caso sono i principali progettisti di Kalasatama: i cittadini del quartiere smart stanno contribuendo alla nascita del distretto con una progettualità e una partecipazione che ha dell'incredibile.

Tecnologia e umanesimo vanno a braccetto in ogni angolo di questo ex quartiere industriale. I cittadini si divertono a creare, a perfezionare e soprattutto a testare ogni tipo di innovazione nata per i loro bisogni: app di gestione dell'energia o della produzione personale di CO2, piattaforme di food sharing per evitare gli sprechi alimentari, sistemi di car sharing su scala ultralocale. E molto altro.

Nel nome degli spazi comuni
Ma a Kalasatama l'innovazione non è mai primato fine a se stesso: si traduce sempre e comunque in spirito di comunità.

Prendiamo per esempio i palazzi. Sono tutti dotati di smart grid, fotovoltaico e sensori IoT, ma anche di verde, di parchi e giardini, di sale polivalenti, di spazi di co-working, persino di cucine comuni dove condividere i pasti.

Ogni palazzo ha appartamenti di taglie diverse, in modo da assicurare la massima diversità sociale e generazionale.Sotto il profilo energetico, gli stabili sono già oggi in grado di produrre autonomamente un terzo dell'energia che consumano, con l'obiettivo di far diventare l'area carbon neutral al massimo nel 2035 (come il resto di Helsinki).

Ogni immobile è inoltre collegato a un sistema di riscaldamento e climatizzazione alimentato da gigantesche pompe di calore che recuperano le acque reflue di Helsinki: si tratta della centrale sotterranea di Katri Vala, la più grande al mondo di questo tipo, che prende il nome da una poetessa finlandese.

Maxi partnership pubblico-privata

Eccellente esempio nordeuropeo di partnership pubblico-privata, Kalasatama ha ricevuto dal Comune di Helsinki fondi per 600 milioni di euro, riuscendo a sbloccare ben 5 miliardi di euro di investimenti privati. In questo modo la capitale finlandese si è assicurata spazi all'avanguardia per innovazione e funzionalità, con l'obiettivo di accogliere una popolazione destinata a diventare sempre più numerosa (dai 650mila abitanti attuali Helsinki passerà a 700mila entro il 2025 e 860mila prima del 2050).

Le penne e i mouse degli urbanisti che hanno disegnato il quartiere modello sono state particolarmente attente al traffico. Liberato dai camion della spazzatura grazie al sistema pneumatico di smaltimento rifiuti, il flusso di veicoli nelle ore di punta viene regolato da semafori intelligenti che interagiscono con i sensori delle vetture, alcune delle quali a guida autonoma.

Gli edifici sono stati distribuiti in modo funzionale, con scuole e supermercati vicini alle abitazioni. E l'area degli uffici è collegata al resto di Helsinki da una nuova fermata della metropolitana.

Ogni minuto della nostra vita è prezioso, ci racconta ogni angolo di Kalasatama, per poter stare con la famiglia o coltivare i propri interessi. Immersi nelle tecnologie, certo, ma alla ricerca del tempo perduto.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti