PERFOMANCE A IONI DI LITIO

Auto sportive elettriche? Le «hot hatch» del futuro saranno a zero emissioni. Peugeot prepara la 208 GTI alla spina

La Casa francese sin dal lancio della nuova 208 aveva in mente di proporla anche nell'iconica sigla simbolo di prestazioni e di cavalleria da modello di razza.

di Corrado Canali

default onloading pic

La Casa francese sin dal lancio della nuova 208 aveva in mente di proporla anche nell'iconica sigla simbolo di prestazioni e di cavalleria da modello di razza.


4' di lettura

Se anche le piccole ad alte prestazioni saranno a batteria significa che per la rivoluzione della mobilità è questione solo di anni se non di mesi, ma si farà. L'elettrificazione sta guadagnando sempre più posizioni. Per centrale l'obiettivo finale che resta quello di diventare l'alimentazione di massa ci vorrà tempo, ma le rivoluzioni spesso finiscono per bruciare le tappe più in fretta.

Al centro di un processo ormai irreversibile c'è sempre di più la soluzione 100% elettrica anche se l'ibrido in tutte le possibili varianti avrà vita lunga. Un passaggio cruciale dopo la sfida vinta per la mobilità urbana dove le citycar a batteria sono ormai considerate la soluzione più logica, potrebbe esserci la scelta dei costruttori di puntare sulle batterie per i modelli ad alte prestazioni, ma di piccolo cabotaggio siglati ad esempio GTI. Alla Peugeot ci stanno pensando da tempo soprattutto per la nuova 208 e per la 308, ma ora la decisione potrebbe essere presa.

Il via al progetto GTI entro l'anno per un lancio nel 2021
I vertici della Casa del Leone sono sempre più convinti che per tenere vivo il Dna sportivo legato alla storica sigla GTI sia necessaria l'alimentazione a batteria anche per tenere sotto controllo le emissioni e rispettare le severe normative della UE. Lo aveva già lasciato intendere Jean-Philippe Imparato, il ceo di Peugeot alla presentazione della nuova 208. “Una GTI non potrà che essere un EV. Decideremo alla fine del 2020”. Come dire che la versione ad alte prestazioni della citycar si baserà sulla 208 e, sia pure con l'aggiunta di uno stile più estremo, ma soprattutto una motore più potente. Dal momento che la batteria da 50 kWh della 208 e riempie tutto lo spazio disponibile nel telaio, la potenza aggiuntiva per la GTI dovrà venire da un motore elettrico più potente che è alimentato dalla stessa batteria. Le indiscrezioni indicano in 170 cv la potenza massima per una trazione che resterà sempre anteriore.

A realizzare la futura GTI sarà sempre Peugeot Sport
L'antenna tecnologica per le auto ad alte prestazioni del brand francese è da sempre Peugeot Sport che ha alle spalle un'esperienza nella messa a punto di vetture potenti a trazione sull'anteriore e dunque FWD. Per la GTI il pianale CMP (Common Modular Platform) dovrà essere aggiornato di conseguenza, con in set-up più sportivo delle sospensioni e dei pneumatici dai profili più sportivi. Da capire se soluzioni come un differenziale a slittamento limitato sia davvero utile ad un'elettrica che ha fra le sue predisposizione naturali uno spunto molto immediato, garanzia di un'accelerazione davvero brillante. E' anche per queste loro caratteristiche che il mercato le premia a livello di vendite. Due i Paesi in Europa che nel primo trimestre di quest'anno hanno fatto registrare una crescita eccezionale per elettriche vendute: la Francia passata dalle 10.569 unità vendute nel trimestre 2019 alle 25.960 del 2020 il +145,6% e il Regno Unito passato dalle 5.997 unità del 2019 alle 18.256 del 2020 il +204,4%.

Il passaggio all'elettrificazione del brand inglese Vauxall
La scelta dell'alimentazione elettrica per la futura Peugeot 208 GTI è condivisa anche anche dal brand inglese di Opel, Vauxall, che non a caso ha affiancato alla versione a batteria della nuova Corsa anche una elettrica destinata alle gare di rally che entrerà a far parte di una categoria specifica per la gare del mondiale rally 2021. Tornando a Peugeot Sport va detto che anche il brand ad alte prestazioni sarà presto elettrificato tanto che è ormai in dirittura d'arrivo il lancio della prima auto ad alte prestazioni col supporto di una batteria: si tratta della 508 ibrida a trazione integrale da circa 300 cv by Peugeot Sport. Se come pare il progetto della 208 GTI elettrica andrà in porto è possibile che la Casa francese prenda in considerazione una versione più performante anche della 308 dopo che la nuova generazione della vettura verrà proposta oltre che con le motorizzazioni termiche a benzina e diesel anche nella versione a batteria.

Lo sport del futuro a propulsione soltanto elettrica?
Guidare un'elettrica è un'esperienza esaltante e che finisce mai di stupisce. L'accelerazione specie nei modelli più potenti è bruciante, ma in ogni caso è più pronta anche più dei sempre più gettonati motori 3 cilindri a benzina o dei turbodiesel. Unico problema ancora non del tutto risolto è quella della ricarica, ma lo sarà presto. Logico che anche il mondo dello sport sia tentato di passare all'elettrificazione. Anche in questo caso i pionieri ci sono sempre, pensiamo alla Formula E che nonostante le scarse considerazioni iniziali, ha ora attirato tutti i principali brand sportivi, da Audi a Bmw e DS, da Jaguar a Mercedes e non è detto che in futuro ci siano delle sorprese: da tempo parlato del possibile arrivo di Alfa Romeo e forse addirittura della Ferrari. Anche nei rally a breve sarà varata un'apposita categoria per vetture elettriche. Insomma l'EV spopola.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...