ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùMade in Italy

Automobili Pininfarina Battista, al via la produzione in serie della hypercar elettrica

Solo 150 esemplari saranno assemblati nell'atelier di Cambiano

di Danilo Loda

2' di lettura

Dopo la presentazione ufficiale avvenuta nel 2018, la hypercar elettrica Battista di Automobili Pininfarina è pronta per essere assemblata e quindi consegnata ai clienti di tutto il mondo. Questa viene prodotta in soli 150 esemplari nell'atelier di Cambiano in provincia di Torino.

Un team di 10 artigiani impiega circa 1.250 ore per costruire ogni esemplare della hypercar. Inoltre i previsti cinque modelli speciali della “Battista Anniversario” spingono il tempo di produzione a 1.340 ore “per colpa” dei suoi elementi su misura e alle finiture dipinte a mano.

Loading...

L'assemblaggio della Battista inizia con la realizzazione telaio monoscocca in fibra di carbonio a cui sono aggiunti il gruppo propulsore elettrico, la batteria a T e vari impianti elettrici. Il passo successivo è unire il body-in-white a questa struttura. Il veicolo in embrione viene quindi spostato in un'area dedicata dove viene sottoposto a un processo di due giorni in cui vengono valutate ogni dimensione e ogni parametro, con tolleranze molto accurate.

Gli artigiani di Automobili Pininfarina rimuovono quindi la scocca dal telaio per la verniciatura dei pannelli. Per questa operazione ci vogliono dalle tre alle quattro settimane e si basa su una finitura metallizzata multistrato in uno dei 28 colori ispirati al Piemonte. Nel contempo, un altro team si dedica al montaggio di cruscotto ed altri elementi interni.

Finite queste due fasi, la vettura viene nuovamente assemblata ed è pronta all'80%. Ora è il momento di inserire le complesse portiere ad apertura verticale: l'operazione richiede oltre due giorni e impiega uno strumento di montaggio unico in grado di supportare il peso delle portiere e inclinarsi in diverse direzioni per garantire il perfetto allineamento. Uno degli ultimi passaggi è posizionare la hypercar su un sollevatore per 24 ore, operazione utile per predisporre l’allineamento delle ruote e dello sterzo.

L’azienda dispone di software e strumenti personalizzati per l’esecuzione dei controlli di fine linea. Successivamente, la Battista è pronta per rigoroso test su strada. Qui un esperto collaudatore mette alla prova la hypercar in tutte le varie condizioni di guida per verificare se l'auto, prima di essere consegnata, sia all'altezza degli elevati standard di qualità imposti dall'azienda.

I clienti possono scegliere i colori e i materiali per gli interni e gli esterni, con una gamma di campioni da analizzare, toccare e sentire. Per gli esterni è possibile configurare altri elementi come il Battista Exterior Jewellery Pack, i colori delle pinze dei freni e le finiture personalizzate per i cerchi. In totale sono disponibili fino a 13,9 quintilioni di combinazioni per gli esterni.

Per l'abitacolo i 128 milioni di possibili configurazioni per incisioni, colori e materiali come pelle, Alcantara e alluminio. Ogni cliente riceve una proposta di design su misura. Insieme ai progettisti può apportare gli ultimi ritocchi alla specifica finale direttamente nello stabilimento di Cambino.

Diversi infine i pacchetti post-vendita a disposizione dei proprietari della Battista che prevedono interventi di manutenzione specifici di durata variabile su parti e ricambi.

Le consegne della Battista inizieranno quest'estate. L'hyper GT interamente elettrica è disponibile con lo stile Pura o con il pacchetto di design della carrozzeria Furiosa.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti