regioni

Autonomia, Boccia: legge quadro non ha colori. Stop M5s: proposta non condivisa

Il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia, ha annunciato che porterà la Legge quadro sull’Autonomia in Consiglio dei ministri lunedì. Luigi Gallo, Presidente della Commissione Cultura del Movimento 5 Stelle della Camera, contro la proposta di presentare un emendamento sull’autonomia differenziata in legge di bilancio


Autonomia, Boccia: vorrei che tutte le Regioni facessero domanda

3' di lettura

Il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia, ha annunciato che porterà la Legge quadro sull’Autonomia in Consiglio dei ministri lunedì. «Le riflessioni di oggi, gli elaborati che stanno venendo fuori dai gruppi di
lavoro, mi convincono ancora di più della bontà della strada tracciata ieri, che porterò in Consiglio dei ministri lunedì», ha detto Boccia al Forum Eusalp, all’indomani dell’approvazione dell’accordo nella conferenza Stato-Regioni.

Boccia: legge quadro non ha colori
E ha aggiunto: «La Legge quadro sull’Autonomia che stiamo varando è del Paese, non ha un colore politico, l’unico colore che ha è quello della Costituzione, del Titolo V e dell’articolo 3 che impone alla Repubblica di rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale», sottolineando la «generosità dei presidenti del Mezzogiorno che si sono fidati, la lungimiranza di quelli del Nord e la capacità di cucitura di quelli del Centro». Il testo della legge quadro, nelle ambizioni del titolare degli Affari regionali Francesco Boccia, punta a entrare in manovra sotto forma di emendamento. L'obiettivo è quello di chiudere la cornice normativa con la legge di bilancio per partire con il lavoro attuativo a gennaio. Prima, fra le altre cose, delle elezioni in Emilia Romagna.

«Con M5S non penso ci siano divisioni»
«Non penso che ci siano divisioni, perché i territori hanno preso atto che il perimetro su cui stiamo lavorando è quello della Costituzione ed è l'attuazione di tutta la Costituzione» ha risposta ancora Boccia, alla domanda se sia sicuro che in Cdm arriverà l'ok del Movimento 5 Stelle sull'Autonomia differenziata.

Gallo (M5s): proposta Boccia è non condivisa
Ma dal M5s arriva uno stop. «La proposta non è condivisa con il Parlamento, il governo e Boccia si fermino su questa assurda proposta di presentare un emendamento sull’autonomia differenziata in legge di bilancio». Così Luigi Gallo, Presidente della Commissione Cultura del Movimento 5 Stelle della Camera replica al ministro Boccia che in audizione - racconta Gallo - aveva annunciato l'intenzione di voler inserire
la legge quadro sulle autonomie in legge di bilancio senza discuterla in Parlamento. «Nessun blitz verrà accettato», ribadisce l'esponente M5s.

Boccia: Gallo? No a giudizi preventivi
Critiche alle quali Boccia replica così: «Dopo il Cdm ci sarà tanto tempo per discutere. I giudizi preventivi di solito danneggiano chi li dà. Consiglio a tutti di leggere, approfondire e studiare e poi di confrontarsi. Non mi pare che Gallo sia segretario o capo politico del Movimento 5 Stelle. Federico D’Incà ministro per le Riforme, ha seguito per il Movimento 5 stelle tutto l'iter e abbiamo lavorato bene insieme. E penso che l’unanimità delle Regioni racconti il lavoro faticoso, duro e importante che è stato fatto». Dopo l'informativa in Cdm di lunedì, la proposta arriverà in Parlamento e in quella sede «il Parlamento e Gallo potranno esprimersi. Oggi mi sembra un po' prematuro e penso che sia una mancanza di rispetto nei confronti dei livelli istituzionali che hanno lavorato in maniera molto rigorosa», ha concluso il ministro.

Mercoledì riunione maggioranza al ministero
È convocata intanto per mercoledì in mattinata una riunione di maggioranza sulla riforma dell'autonomia. La convocazione, a quanto si apprende, è arrivata dal ministro ai rapporti col Parlamento Federico D'Incà in serata: nel pomeriggio il capogruppo di Iv al Senato Davide
Faraone in una nota aveva chiesto di leggere i testi e avere garanzia del coinvolgimento del Parlamento nell'esame. E aveva aggiunto: «sicuramente il tema non potrà essere affrontato in legge di bilancio»

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...