Incidente sul lavoro

Autostrada A14, muore operaio investito da un camion tra San Severo e Foggia

Il tratto è stato riaperto al traffico poco dopo le 7.30, comunica Autostrade per l’Italia; al momento si circola su una sola corsia verso Bari e non si registrano disagi al traffico

(Imagoeconomica)

2' di lettura

Un operaio di Napoli di 37 anni è morto sul tratto autostradale della A14 compreso tra San Severo e Foggia, in direzione di Bari, dopo essere stato investito da un Tir mentre stava eseguendo lavori di manutenzione del manto stradale per conto di una ditta appaltatrice pugliese.
L’incidente è avvenuto poco prima delle 2 di notte, all’altezza del km 548 dell’autostrada A14. Sul luogo sono intervenuti i soccorsi sanitari e meccanici, le pattuglie della Polizia Stradale ed il personale della Direzione 8° Tronco di Bari di Autostrade per l'Italia. Per consentire agli operatori di eseguire i rilievi a seguito dell’incidente, il tratto autostradale interessato è stato chiuso.

Il tratto è stato riaperto al traffico poco dopo le 7.30, comunica Autostrade per l’Italia; al momento si circola su una sola corsia verso Bari e non si registrano disagi al traffico.

Loading...

Asaps: 38 vittime nei cantieri stradali in un anno

Sono state 38 le vittime e 162 i feriti nei 124 sinistri registrati lo scorso anno dall’Osservatorio Asaps sugli incidenti nei cantieri stradali. Lo ha reso noto l’Associazione sostenitori Polstrada dopo l’incidente avvenuto la scorsa notte in A14 in provincia di Foggia, dove un operaio di 37 anni è stato investito e ucciso da un mezzo pesante. Fra le 38 vittime (l’Osservatorio conteggia solo gli incidenti che hanno provocato morti o feriti) otto erano operai o cantonieri che lavoravano nel cantiere; 87 incidenti sono avvenuti sulle autostrade o strade a carreggiate separate e 37 sulle strade ordinarie. Dei 124 incidenti gravi, ben 34 sono avvenuti in Liguria, “per le ovvie ragioni - sottolinea l’Asaps - legate ai numerosi cantieri nei tratti autostradali di quella regione”. Seguono Emilia Romagna con 12, Lombardia e Marche con 11, Veneto e Umbria con 9.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti