maltempo

Voragine A21, indaga la procura. Ripresa la circolazione sull’A26

Riaperta parzialmente l’autostrada A26, tra l’allacciamento con la A10 e lo svincolo di Masone. Uno scambio di carreggiata consente il transito su una corsia per ogni senso di marcia


Crollo viadotto: Procura dispone chiusura A26

2' di lettura

La procura di Asti ha aperto un fascicolo sulla voragine che domenica sera si è aperta nell'asfalto dell'autostrada A21 Torino-Piacenza, all'altezza
del comune di Villafranca d'Asti. Si tratta del modello 45, di atti relativi, cioè senza indagati né ipotesi di reato. “ E' un avvio esplorativo per capire cosa possa essere accaduto e quali possano essere le cause", dicono in procura, dove sono state depositate le relazioni tecniche di forze dell'ordine e tecnici incaricati, materiale ora al vaglio dei magistrati.

Intanto è ripartita la circolazione sulla A26 nella tratta chiusa ieri sera e in questo momento stanno transitando i primi mezzi. Lo si apprende da Autostrade. La riapertura parziale dell'autostrada A26, tra l'allacciamento con la A10 e lo svincolo di Masone, è avvenuta grazie a uno scambio di carreggiata che consente il transito su una corsia per ogni senso di marcia. Ciò permette comunque di svolgere le verifiche tecniche sui viadotti Fado e Pecetti ritenuti ammalorati e non sicuri. Lo ha reso noto Aspi. Ciò permette di togliere Genova dall'isolamento, dovuta anche alla chiusura dell'A6.

Proprio in merito alla chiusura della tratta dell'A26 tra l'allacciamento con l'A10 e lo svincolo di Masone la ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha convocato il concessionario Aspi al fine di stabilire gli interventi urgenti per garantire la sicurezza e ripristinare la viabilità.

«La chiusura dell'A26 si poteva evitare visti gli allarmi. Non so dire se il Mit non ha fatto, se Aspi non ha fatto, ma i liguri pretendono che ci sia una risposta da cittadini di serie A». Lo ha detto il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, al temine del vertice presso la prefettura di Genova sulla chiusura dell'A26. «Va garantito il diritto costituzionale di muoversi ai cittadini genovesi e liguri, non mi interessa di chi sia la responsabilità». Toti ha chiesto al Mit e ai concessionari “di avere tutti i caselli gratis sulla rete autostradale ligure fino al termine dell’emergenza”.

«La gratuità totale del trasporto pubblico a Genova e dei pedaggi autostradali di collegamento al capoluogo ligure» sono le richieste al Governo del sindaco di Genova Marco Bucci al termine del vertice in Prefettura sulla chiusura della A26.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...