Infrastrutture e mobilità sostenibili

Av, Giovannini: «Per fine anno da Rfi i progetti della Salerno-Reggio»

Il ministro delle Infrastrutture al convegno dell’Interporto di Nola: In assegnazione un nuovo studio di fattibilità del ponte sullo Stretto

di Vera Viola

3' di lettura

«Rfi manderà i progetti entro fine anno ed entro il 2026 saranno realizzati alcuni lotti scelti con logica sistemica». In sintesi la tabella di marcia per la realizzazione della linea ad alta velocità e capacità Salerno Reggio Calabria. Così come la ha presentata il ministro delle Infrastrutture, Enrico Giovannini, prendendo parte al convegno su «Infrastrutture e PNRR - Prospettive per la Regione Campania. Un fattore di sviluppo per colmare il divario Nord-Sud», che si è tenuto presso l’Interporto di Nola.

CRO Nola Interporto 24/11/2021 Convegno su « Infrastrutture e PNRR - Prospettive per la Regione Campania. Il governatore Vincenzo De Luca (Newfotosud Antonio Di Laurenzio)

Il ministro ha precisato che la linea ferroviaria non sarà realizzata interamente entro il 2026, ma che sono stati individuati alcuni lotti a cui dare priorità in funzione delle esigenze del territorio. «Sicuramente sarà realizzata la parte del lotto che va da Battipaglia e il nodo successivo – ha spiegato il ministro – in modo da consentire il collegamento verso Potenza e Taranto. Poi realizzeremo lo sblocco della galleria di Gioia Tauro in modo che le merci possono mettersi sulla linea ionica e risalire lungo l’adriatica. In poche parole c’è un’idea dietro queste scelte che produce immediatamente risultati positivi anche sugli snodi». In sintesi, ha detto Giovannini «Altri nove milioni di italiani, di cui sei milioni al Sud, saranno interconnessi attraverso l’Alta velocità ferroviaria. È uno degli effetti più attesi degli investimenti del Pnrr». Il ministro ha poi spiegato che si sta discutendo con la Commissione europea per il corridoio Adriatico sul quale, ha detto, «mettiamo 5 miliardi per la linea ferroviaria». «Dobbiamo essere pronti - ha concluso - a evitare che quella linea vada in saturazione»

Loading...

CRO Nola Interporto 24/11/2021 Convegno su « Infrastrutture e PNRR - Prospettive per la Regione Campania. Enrico Giovannini, ministro delle Infrastrutture e della Mobilità intervistato dal direttore del Mattino Federico Monga (Newfotosud Antonio Di Laurenzio)

La lunga attesa delle Zes

La operatività delle Zone economiche speciali del Sud è attesa da tempo. È previsto un imponente finanziamento, e intanto si attendono anche governance e regole. «Relativamente alle ZES, rendere monetizzabili i crediti d'imposta come avviene per il sisma bonus sarebbe una misura che potrebbe realmente velocizzare le procedure. Questo creerebbe una mobilitazione di importanti investimenti in pochissimo tempo – ha proposto l'amministratore delegato di Interporto Campano S.p.A., Claudio Ricci – Sono convinto che le ZES siano uno strumento importante, perché sono quelle che possono concentrare le risorse economiche».

CRO Nola Interporto 24/11/2021 Convegno su « Infrastrutture e PNRR - Prospettive per la Regione Campania. Enrico Giovannini, ministro delle Infrastrutture e della Mobilità intervistato dal direttore del Mattino Federico Monga (Newfotosud Antonio Di Laurenzio)

Ponte sullo Stretto, al via lo studio di fattibilità

«È in avvio di assegnazione lo studio di fattibilità per la realizzazione del ponte sullo Stretto: la commissione ha scartato l’ipotesi del tunnel, ed ora si deve valutare quale soluzione, tra quella del ponte a più campate o a una campata, è quella più fattibile», anche di questo ha parlato il ministro Enrico Giovannini a Nola, sottolineando che l’opera «ha una sua storia e richiede un investimento maggiore di quello di prima».

Il ministro ha poi invitato a guardare anche oltre il Pnrr. «C’è vita oltre il Pnrr. Questa enfasi totale unica sul Pnrr è sbagliata, perché c’è anche il fondo di sviluppo e coesione, ed i 32 miliardi che abbiamo messo nella legge di bilancio per fare la manutenzione delle strade regionali e provinciali. Lo sforzo che stiamo facendo con i presidenti di Regione, è quello di fare una programmazione integrata».

Il governatore De Luca: «il Governo vada avanti»

«Mi auguro che questo Governo vada avanti, altrimenti c’è il rischio di impantanarci. Purtroppo c’è una mancanza di consapevolezza di responsabilità», ha detto il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, intervenendo al convegno all’Interporto di Nola. «Alcuni dati economici ci danno fiducia – ha aggiunto – dico “ora o mai più” per portare l’Italia nella modernità, abbiamo il dovere di guardare avanti con fiducia. C’è una crisi demografica in atto ed in 20 anni rischiano di perdere il 40% della popolazione se non creiamo lavoro e tuteliamo le donne del mondo del lavoro che vogliono avere figli. Dobbiamo andare avanti».

All'evento hanno partecipato: Luca Cascone, Presidente Commissione Consiliare permanente Urbanistica, Lavori Pubblici e Trasporti della Regione Campania, Gaetano Minieri, Sindaco di Nola, Andrea Annunziata, Presidente Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale, Roberto Pagone, Responsabile Investimenti Area Sud RFI, Giosy Romano, Presidente Consorzio ASI Napoli.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti