ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùcinema

Avengers: Endgame, debutto record in Italia da 5,2 milioni di euro

di Andrea Biondi


Avengers: Endgame

2' di lettura

Il debutto è stato da record. Al box office nella giornata del debutto Avengers: Endgame ha totalizzato 5,17 milioni di euro. Un debutto con il botto, insomma, superiore alle aspettative e alle previsioni che, per esempio, il presidente della sezione Distributori di Anica, Luigi Lonigro, aveva provato a fare parlando al Sole 24 Ore e riportate sull’articolo oggi in edicola: 4 milioni. La sorpresa, dunque, c’è stata. In positivo. Ora si vedrà il prosieguo con i dati dei prossimi giorni per i quali il presidente dei Distributori Anica si era spinto a immaginare 8 milioni nel primo weekend e oltre 20 milioni in totale.

Di certo per i supereroi della Marvel è stato un giorno speciale non solo in Italia. La Disney, nella cui galassia i Marvel Studios sono entrati nel 2009 , si frega le mani. Nei 25 principali mercati in cui ha debuttato ieri, secondo le elaborazioni del sito web del magazine Boxoffice, gli incassi hanno raggiunto i 169 milioni di dollari. I top performers: Cina (107,5 milioni di dollari); Corea del Sud (8,4 milioni); Australia (7 milioni); Francia (6 milioni); Italia (5,8 milioni di dollari); Germania (5,6 milioni); Filippine (3,9 milioni); Hong Kong (2,7 milioni); Taiwan (2,6 milioni); Indonesia (2,5 milioni di dollari).

Va detto che mancano all’appello mercati come Uk, Argentina, Brasile (uscita prevista oggi) o anche Usa (nelle sale dal 26 aprile). Visti i numeri del debutto ci si chiede ora se Avengers: Endgame possa superare il record di incasso (2,78 miliardi di dollari) nel mondo di Avatar, record che resiste dal 2009. Per quanto riguarda l’Italia, tutte le componenti della filiera del cinema stanno valutando con grande favore i dati e le previsioni del film, dopo un 2018 che ha registrato una flessione di incassi (-4,98% a 555,4 milioni) e presenze (-6,89% a 85,9 milioni). Anche in questa prima parte dell’anno le elaborazioni su dati Cinetel segnalano incassi di poco superiori a 175,6 milioni a gennaio-marzo, in calo costante dal 2016 e in flessione del 9,7% rispetto ai tre mesi del 2018.

Le previsioni del film conclusivo della saga (21 film dal 2008 che hanno incassato 18,6 miliardi di dollari in tutto) fanno ben sperare visti anche i precedenti. Gli incassi complessivi nel nostro Paese sono stati di circa 194 milioni di euro. La palma va ad Avengers: Infinity War (18,8 milioni di euro) seguito da The Avengers del 25 aprile 2012 (18 milioni di euro). All’opposto L’Incredibile Hulk (3,99 milioni) del 18 giugno 2008 e Ant -Man del 12 agosto 2015 (4,7 milioni).

Di sicuro la Marvel con il suo “universo cinematografico” – la Marvel Cinematic Universe (Mcu) con film con protagonisti e ambientazioni differenti, ma collegati – ha beneficiato di un’alchimia non riuscita ad altri studios e che conta di essere replicata anche per Avengers: Endgame. Imponente la campagna di marketing, con una dote che a livello globale secondo rumors sarebbe di 200 milioni di dollari. In Italia Disney ha stretto partnership con grandi brand come Tim, Samsung, eBay, Segugio.it e Audi per campagne pubblicitarie co-branded e iniziative speciali.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti