vivissime condoglianze

Babbo Natale? un rapinatore


1' di lettura

La più sorprendente storia di Natale? Quest’anno giunge dagli Usa, da Colorado Springs, dove un anziano signore, con barba bianca, ha rapinato una banca e poco dopo ha cominciato a lanciare il bottino ai passanti, dicendo ad alta voce: «Merry Christmas», «Buon Natale». Non molto tempo dopo il brillante gesto è stato arrestato in una caffetteria. Non ha opposto resistenza. Alcuni beneficiati hanno restituito i soldi; altri, la più parte, ha scelto di tenerseli nelle saccocce e di passare un Natale migliore di quello preventivato. Ora, ladri simpatici non sono mancati nella storia, da Robin Hood ad Arsenio Lupin, ma il nostro tempo troppo corretto non può permetterseli. Se fosse successo in Italia, il Babbo Natale di Colorado Springs, oltre all’accusa di rapina avrebbe dovuto rispondere a quella di aver donato denaro senza il versamento dell’8% sulla somma devoluta; inoltre se avesse distribuito una cifra superiore ai 3mila euro in contanti, sarebbe incappato in un’altra ammenda che già ora fissa un tetto all’uso dei contanti. La bontà non sarebbe valsa come attenuante, anche perché le competenti autorità gli avrebbero contestato la non tracciabilità della donazione: rischiava meno se i passati avessero potuto riscuotere la sommetta con il Pos. Tuttavia, non possiamo negare che questo americano abbia commesso qualcosa di simpatico. Che non turberà i sonni dei vampiri fiscali d’Italia, dove i veri impedimenti si sono accumulati nella guerra ai contanti più che nei castighi per i rapinatori.

(Modesto Michelangelo Scrofeo)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...