sole 24 ore-ft

Babin (Bulgari) e Della Valle (Tod’s), a Restart un focus sull’unicità della moda

Una tavola rotonda per capire cosa sia successo nei mesi più difficili della pandemia e cosa possa significare la nuova normalità, all’insegna della ripartenza

2' di lettura

Nell’ambito dell’evento Made in Italy: The Restart-Il rilancio dell'economia italiana nel mondo post Covid, frutto di un accordo di partnership tra ll Sole 24 Ore e Financial Times - la giornata di oggi è dedicata anche alla moda e al design.

Da sempre conosciute come due (Fashion e Furniture) delle tre effe (la terza è il cibo, Food), moda e design non sono solo simboli, bensì filiere industriali e costituiscono due pilastri del Pil italiano, nonché della nostra immagine all’estero. Il tessile-moda-abbigliamento in particolare è una filiera integrata (e integra) che il mondo ci invidia, perché nessun altro Paese può vantare la qualità delle nostre produzioni e del processo creativo che le precede, completati dalla parte a valle, la presenza diretta sui mercati dei grandi marchi italiani. Una filiera di media, alta e altissima gamma alla quale, da sempre, si rivolgono anche le maison del lusso francesi, ma non soltanto.

Loading...

Per capire cosa sia successo nei mesi più difficili della pandemia e cosa possa significare la nuova normalità, all’insegna della ripartenza, servono numeri, visioni d’insieme ed esperienze sul campo. Per questo alla tavola rotonda di oggi (alle 15,10 ilsole24ore.com/madeinitaly) parteciperanno Nadia Portioli, financial analyst dell’Area studi Mediobanca e Matteo Lunelli, presidente di Fondazione Altagamma, ai quali spetterà il compito di fornire spunti economici, finanziari ma anche progettuali, visto il ruolo che Fondazione Altagamma ha come associazione di eccellenze non solo della moda, ma anche dei settori design, hard luxury, hotellerie, nautica, automotive, enogastronomia e art de la table.

Il racconto di esperienze concrete è affidato a due visionari: Jean-Christophe Babin, Group ceo di Bulgari, e Diego Della Valle, fondatore e presidente del gruppo Tod’s. Visionari per come, da sempre, guidano i rispettivi gruppi e marchi – tutti presenti e noti a livello globale – e per come hanno affrontato l’emergenza legata allo scoppio della pandemia.

Ulteriori spunti e conferma del legame tra Financial Times e Il Sole 24 Ore verranno da Jo Ellison, direttore del magazine di Financial Times How to Spend It e da Nicoletta Polla Mattiot, direttore di How to Spend It Italy, magazine del Sole 24 Ore, versione italiana di quello britannico, in edicola dal settembre 2014 grazie a un accordo tra i due gruppi editoriali e che è appena stato rinnovato nella veste grafica e arricchito da una versione web.

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti